Napoli, senza Champions incassi europei dimezzati

Napoli, senza Champions incassi europei dimezzati

Addio ai 66 milioni guadagnati lo scorso anno, ma il mercato di gennaio non dovrebbe risentirne

Volendo provare a vedere il bicchiere mezzo pieno, la sconfitta di Rotterdam ha reso più difficile per il Napoli pure il cammino in Europa League, dando fiato alle speranze di chi pensa che “l’altra Europa” possa essere un danno in ottica lotta scudetto. La squadra di Sarri non sarà testa di serie al sorteggio dei sedicesimi, così tra le possibili avversarie ecco anche Arsenal e Atletico Madrid e chissà se a quel punto prevarrà la tentazione di pensare alla Serie A.

Di sicuro, la ricaduta negativa c’è in termini economici. Secondo quanto riporta Il Mattino, De Laurentiis si aspetta infatti di incassare la metà di quanto era entrato in cassa lo scorso anno dall’Europa, se andrà bene 35 milioni invece di 66. L’addio alla Champions League costa circa 15 milioni, tra market pool (a proposito, Juventus e Roma sorridono perché senza il terzo incomodo aumenteranno le fette di torta da dividersi…) e premi vari, che non torneranno indietro neppure in caso di finale di Europa League, “pagata” 6,5 milioni, di fatto quanto sarebbe valso il solo passaggio agli ottavi di Champions.

Dove non dovrebbero esserci ricadute sarà sul mercato di gennaio: Inglese è già stato acquistato e arriverà subito, così come c’è ottimismo per Vrsaljko nonostante i 20 milioni richiesti dall’Atletico contro i 14 offerti dal Napoli. Ci si potrebbe incontrare a metà strada e si farà un tentativo anche per Berardi, in rotta con il Sassuolo. In Europa League potrà inoltre trovare spazio Milik dopo il rientro dall’infortunio. Nel nome di un turnover forse tardivo.

Napoli, il super gol di Gaetano con la Primavera

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy