Italia, Mancini: “Balotelli? Non è nelle condizioni ottimali”

Italia, Mancini: “Balotelli? Non è nelle condizioni ottimali”

Il ct della Nazionale prepara le sfide con Finlandia e Liechtenstein

di Redazione ITASportPress

Raduno a Coverciano per la Nazionale Italiana in vista delle gare contro Finlandia, in programma il 23 marzo, e Liechtenstein il 26 marzo, valide per le qualificazioni ad Euro 2020. Il ct azzurro Roberto Mancini ha dato inizio al ritiro con il consueto appuntamento con la stampa. Al termine della conferenza, il primo allenamento con i giocatori. Il primo quarto d’ora di sessione sarà aperto ai media. ItaSportPress.it ha seguito LIVE l’evento.

LE CONVOCAZIONI – “Ho chiamato qualche giocatore in più perché non conoscevo le condizioni di tutti. Qualcuno è qui in modo da poter essere valutato meglio, queste infatti sono le uniche occasioni in cui possiamo vederli. I calciatori sono sempre gli stessi, qualcuno abbiamo dovuto lasciarlo a casa con grande dispiacere, ma rientrerà nelle prossime partite”.

IL SISTEMA DI GIOCO – “I nostri concetti sono quelli che abbiamo iniziato a provare da qualche mese. Per adesso le cose sono andate bene e noi speriamo possano andare ancora meglio. Ci auguriamo che la squadra concretizzi la grande mole di gioco fatta”.

BELOTTI – “Il bello della Nazionale è che tutti possano esprimere la loro opinione, poi io però devo fare delle scelte. Penso che Belotti possa fare meglio di così e un giorno potrà tornare con noi. Sta migliorando, è sempre giovane”.

LE GARE CHE CONTANO – “Oggi ci ritroviamo dopo un po’ di tempo, abbiamo fatto solo uno stage di un giorno tre settimane fa. Adesso ci aspettano partite molto importanti ed io sono fiducioso: i ragazzi hanno voglia ed entusiasmo. Noi vogliamo divertire conquistando risultati”.

I CONVOCATI – “Sono tutti bravi, sia da un punto di vista tecnico che tattico. Qualcuno è qua per la prima volta, ma tutti i ragazzi sono versatili”.

LA FINLANDIA – “Sarà una gara difficile, mi auguro che la squadra dimostri voglia e la capacità di saper difendere quando ce ne sarà bisogno. Soprattutto, però, voglio che venga proposto un bel gioco”.

BALOTELLI – “Credo che non sia nelle condizioni ottimali. A livello fisico è migliorato e ha una buona media realizzativa, da lui ci aspettiamo molto. Adesso è nella fase della massima maturazione. Forse poteva fare qualcosa in più, ma sta comunque facendo una buona carriera”.

KEAN – “Se è il nuovo Balotelli? Speriamo possa partire come Mario, ovvero benissimo. E speriamo soprattutto che poi continui”.

I CLUB ITALIANI – “La Juventus è molto forte e con l’Atletico ha fatto una grandissima partita. Il Napoli invece può vincere l’Europa League. La Serie A è sempre stata un campionato complicato e dietro i bianconeri stanno lottando in tanti”.

EUROPEI UNDER 21 – “Ringrazio Di Biagio perché gli abbiamo portato via qualche giocatore. Per i giovani sono importanti tutte le partite, solo così possano crescere”.

JORGINHO E VERRATTI – “Il primo sta giocando bene, il Chelsea però sta vivendo un momento complicato. Ha grandi qualità tecniche, come Verratti. Stanno facendo un ottimo lavoro e noi abbiamo la fortuna di poterli fare giocare insieme. Verratti è straordinario ed io sono fortunato: avere tre o quattro giocatori a centrocampo così dotati tecnicamente ci ha dato l’opportunità di costruire una squadra in grado di giocare”.

ZANIOLO – “Va dato merito a Di Francesco che gli ha dato l’opportunità di giocare. Ha fatto bene, ha delle ottime qualità. Può debuttare”.

IL CLIMA INTORNO AL CALCIO – “Ci sono cose che accadono sempre, non credo sia solo una questione calcistica. Il mondo sta andando in una direzione sbagliata, sta a noi raddrizzare le cose. Nel calcio poi succedono cose assurde, come i genitori che litigano fra loro invece di dare l’esempio…”

IL CASO ICARDI – “Da fuori è difficile farsi un’idea, non conoscendo tutte le dinamiche. Non sarebbe neanche bello parlarne. Spero che la situazione si ricomponga”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy