Italia, Caprari sulla convocazione: “Può essere momento chiave della mia carriera…”

Italia, Caprari sulla convocazione: “Può essere momento chiave della mia carriera…”

L’attaccante della Sampdoria sulla chiamata della Nazionale e non solo

di Redazione ITASportPress

Sta facendo bene con la maglia del suo club, la Sampdoria, ora vuole meritarsi questa prima chiamata con la Nazionale, intervistato da Il Secolo XIX, Gianluca Caprari, attaccante blucerchiato, ha parlato di questa nuova esperienza che potrebbe far svoltare definitivamente la sua carriera.

MOMENTO CHIAVE – “Sono tranquillo ma chiaramente felice per questa prima chiamata della Nazionale. Potrebbe essere un momento chiave della mia carriera, ne sono consapevole. Devo pensarla e viverla come un punto di partenza e non di arrivo. Devo ringraziare la Sampdoria che mi ha permesso di ricevere questa chiamata. Un sogno fin da quando ero ragazzino. La mia Nazionale è quella dei Mondiali del 2006, sono cresciuto nell’apoteosi di quella cavalcata, nell’attesa di quelle partite, con quelle emozioni, con quei brividi, quei ricordi. Giocare al Ferraris sarà ancora più emozionante. Anzi mi sento di rivolgere un appello ai genovesi, di essere in tanti allo stadio. Perché il valore morale di questa partita va ben oltre il risultato. Spero mi venga concessa l’occasione di entrare in campo. E poi vedremo. Il mister e i compagni mi hanno fatto i complimenti”.

SAMPDORIA – Il buon momento personale coincide anche con l’ottimo periodo del club. I blucerchiati si trovano, infatti, nelle zone alte della classifica con 14 punti all’attivo grazie anche al recente successo contro l’Atalanta: “Punti pesanti quelli di Bergamo. Sapevamo che la partita sarebbe stata complicata. È il campo lo ha confermato. Però riflettendo, posso dire che lo scorso anno questo è esattamente il tipo di partite che avremmo facilmente perso, invece in questo campionato riusciamo a portare a casa risultati positivi anche quando non esprimiamo un gioco brillante”. Sul suo stato di forma, invece, chiarisce: “Sto lavorando duro. Nella scorsa stagione dovevo magari un po’ capire determinate cose, ora va tutto meglio. Sicuramente non sono ancora al 100%, dopo l’infortunio con la Fiorentina sta recuperando, voglio ritrovare al più presto la forma migliore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy