Roma, Totti: “Nessun rapporto con Spalletti, con me ha sbagliato tutto”

Roma, Totti: “Nessun rapporto con Spalletti, con me ha sbagliato tutto”

L’ex capitano giallorosso torna sul proprio tormentato finale di carriera

di Redazione ITASportPress

Francesco Totti ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport per ‘I Signori del calcio”, incentrata sul proprio nuovo ruolo di dirigente della Roma, ma anche sul tormentato rapporto con Luciano Spalletti alla base dell’addio al calcio dell’ex Capitano:

E le parole del fuoriclasse di Porta Metronia confermano il gelo con l’attuale allenatore dell’Inter: “Con Spalletti non c’è mai stato un confronto e mai ci sarà. Avrei preferito chiudere in altro modo. Fossi stato in lui avrei gestito il calciatore, e soprattutto la persona, in maniera diversa: mi sarei confrontato con lui, gli avrei parlato. Comunque sono riuscito a fare questo passaggio da calciatore a dirigente della Roma, e l’ho fatto con lo spirito giusto: con l’armonia, con l’intelligenza di una persona grande. Sono cresciuto sul campo e sul campo morirò”.

Poi sul proprio ruolo di bandiera: “Non penso che esista un altro Totti e che nel caso possa rimanere a lungo alla Roma. È difficile che un giovane della Roma crescendo rimanga e possa fare le stesse cose che abbiamo fatto io o De Rossi: oggi conta solo il business”.

Oggi Totti è in società, ma la gestione del mercato non lo riguarda…: “Se dipendesse da me spenderei qualsiasi cifra al mondo per comprare i giocatori più forti, anche perché per vincere servono giocatori forti. Questo l’ho sempre detto e lo dirò sempre. Però poi non sono io a gestire i soldi, è il presidente che decide e mette un budget che va rispettato costruendo la miglior squadra possibile. Certo in questo mercato pazzo io costerei 200 milioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy