Sampdoria, la leggenda della maglia blucerchiata sbarca in Francia

Sampdoria, la leggenda della maglia blucerchiata sbarca in Francia

Il giornalista Didier Roustan ha raccontato la carriera di Amedeo Carboni durante una nota trasmissione di mercato

È riconosciuta come la maglia più bella d’Italia, ma anche a livello europeo ha pochi eguali per ammissione dei tifosi di varie nazioni. La divisa blucerchiata della Sampdoria è conosciuta in tutto il mondo e l’ultima conferma arriva nientemeno che dalla Francia. Il giornalista Didier Roustan ha infatti raccontato “la leggendaria storia della maglia di Amedeo Carboni” durante la trasmissione L’Equipe mercato, una delle più popolari dell’intera Francia.

Roustan ha rievocato, coinvolgendo nel racconto gli altri ospiti, conquistati dalla bellezza della maglia numero 3, il periodo doriano di Carboni, la cui carriera si è conclusa a 41 anni nel Valencia, dove ha giocato per 10 stagioni disputando e perdendo due finali di Champions League. In Italia Carboni ha militato in A con Bari ed Empoli, ma soprattutto con Sampdoria e Roma tra il 1988 e il ’97, mettendo in bacheca una Coppa delle Coppe con i blucerchiati nel ’90.

Le due finali perse col Valencia, insieme a quella di Uefa persa con la Roma nel ’91 contro l’Inter hanno impedito a Carboni, racconta Roustan, di fregiarsi del Grande Slam delle tre Coppe più importanti, riuscito in Italia solo ai componenti della Juventus di Trapattoni, che conquistò Uefa, Coppa Coppe e Coppa Campioni tra il ’77 e il 1985.

La maglia della Sampdoria è la più bella del mondo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy