Spettacolo al Ferraris, il Genoa affonda la Juventus: Sturaro e Pandev gelano i bianconeri (2-0)

Spettacolo al Ferraris, il Genoa affonda la Juventus: Sturaro e Pandev gelano i bianconeri (2-0)

Si è giocato il lunch match delle 12,30

di Redazione ITASportPress

Emozioni e sorprese al Luigi Ferraris nel match della 28^ giornata tra Genoa-Juventus. Dopo un primo tempo terminato sullo 0-0, e un rigore prima assegnato e poi tolto con l’intervento del Var, nella ripresa è il neo entrato, ed ex della gara, Stefano Sturaro a sbloccare il match al 72′ con un destro a giro che sorprende Perin. Ma non è finita qui: dieci minuti dopo è Goran Pandev in contropiede a chiudere i conti e sigillare il risultato finale sul 2-0.

LA GARA – Lunch match delle 12,30 che inzia con i padroni di casa del Genoa vogliosi di fare bene davanti al proprio pubblico. Un grande Perin su Sanabria impedisce al Grifone di trovare il vantaggio al quarto d’ora di gioco. Alla mezz’ora è Romero ad essere murato a botta sicura. Ma l’episodio che farà discutere avviene subito dopo: mani in area di Cancelo e per l’arbitro Di Bello è calcio di rigore. Ma il Var decide il contrario e lo stesso direttore di gara cambia idea dopo aver rivisto le immagini per un presunto fallo di mano di Kouamé precedente al tocco dell’esterno della Juventus. Ripresa che parte sulla falsa riga del primo, ma è la Juventus ad essere più pericolosa quando Dybala trova la rete al 56′ con deviazione di Criscito. Anche in questo caso, il Var protagonista: gol annullato per fuorigioco, corretto, di Emre Can in avvio dell’azione. Prandelli cambia le carte in tavola e manda in campo Sturaro: mossa indovinata, perché l’ex centrocampista della Juventus punisce subito Perin con un destro al giro al 72′. La Juventus ci prova ma dieci minuti più tardi è bellissimo il contropiede di Kouamé e la palla per Pandev che realizza con un preciso diagonale mancino il 2-0 finale. Primo ko per la capolista in Serie A in questa stagione. Grande successo del Grifone davanti al proprio pubblico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy