Tegola Napoli, l’Uefa apre un procedimento contro la società: ecco perché

Tegola Napoli, l’Uefa apre un procedimento contro la società: ecco perché

Alla società azzurra mossa anche l’accusa di aver occupato la scala d’emergenza: rischio porte chiuse per la partita contro il Psg?

di Redazione ITASportPress

All’indomani della memorabile prestazione contro il Liverpool, condita dalla vittoria in extremis fondamentale per gli equilibri del girone, il Napoli riceve una bruttissima e in prospettiva pericolosissima notizia dall’Uefa, che ha ufficializzato l’apertura di un procedimento disciplinare contro il club azzurro.

Il motivo è da ricondurre al lancio di fumogeni avvenuto durante la gara contro i Reds e anche all’occupazione delle scale sulle gradinate dello stadio, pratica vietata per ragioni di sicurezza.

Il caso sarà discusso il prossimo 18 ottobre insieme a quelli di altre due squadre dello stesso girone, il Psg e la Stella Rossa, le cui tifoserie si sono rese protagoniste rispettivamente di lancio di fumogeni e incidenti e cori offensivi.

Il Napoli confida di cavarsela con una multa come accaduto nel 2017 al termine della partita contro il Real Madrid, quando i capi di accusa erano gli stessi. Proprio la recidività, però, aumenta il rischio di una squalifica del campo, o dell’obbligo di giocare a porte chiuse, scenari che sarebbero devastanti in vista della partita contro il Paris Saint-Germain in programma il 6 novembre.

Per la gara contro il Liverpool, inoltre, il San Paolo godeva già di una deroga speciale in quanto non è ancora stata completata la sostituzione dei sediolini con quelli regolamentari richiesti dall’Uefa, procedura che dovrà essere terminata prima della gara contro il Psg.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy