Tommasi risponde alla Boschi: “Stipendi uguali tra uomini e donne? Dipende da professionismo”

Tommasi risponde alla Boschi: “Stipendi uguali tra uomini e donne? Dipende da professionismo”

Le parole del presidente dell’Assocalciatori

Commenta per primo!

“Dobbiamo lavorare sull’applicabilità del progetto legato all’introduzione del professionismo femminile, che in Italia non c’è. E’ positivo che si parli delle tutele, di dare opportunità, le stesse possibilità. Per arrivare al professionismo dobbiamo intraprendere un percorso. Nello specifico, però, siamo l’unico sport che ha una previsione di maternità e nella firma degli accordi economici ci è stata espressa la previsione della maternità”. Così Damiamo Tommasi, presidente dell’Assocalciatori, a proposito delle parole della sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, Maria Elena Boschi, che sull’onda di quanto avvenuto con le nazionali di calcio norvegesi ha proposto di equiparare lo stipendio fra calciatori e calciatrici. “E’ ovvio che vi sia parità di opportunità e la legge 91 dice che devono essere le federazioni a indicare i casi di professionismo. Nessuna finora ha segnalato la presenza di atlete professioniste”, conclude il leader dell’Aic.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy