Torino, Burdisso: “Mi sento argentino, ma in me scorre sangue italiano”

Torino, Burdisso: “Mi sento argentino, ma in me scorre sangue italiano”

“Ho 36 anni e conta solo il presente, era un rischio lasciare il Genoa”

Commenta per primo!

Nicolas Burdisso, difensore del Torino, ha rilasciato un’intervista al canale tematico del club granata; queste le sue parole: “Sono qui per mettermi in discussione, avevo bisogno di una chance come questa. Sono contento, fiducioso e devo ringraziare la società e lo staff tecnico per questa possibilità. Mi sento argentino ma in me scorre sangue italiano. Idolo? Mai avuto un idolo calcistico. Giocavo a centrocampo all’inizio, e mi piaceva Redondo quando giocava al Real, poi mi han detto di giocare centrale ed è diventato mio padre, professionista per un anno. Ho 36 anni e conta solo il presente, era un rischio lasciare il Genoa“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy