Palermo, se non va in A arriva Lucarelli

Palermo, se non va in A arriva Lucarelli

Il tecnico livornese piace al patron Zamparini

di Redazione ITASportPress

Dopo un buon campionato di C a Catania, con gli etnei che hanno chiuso al secondo posto, con 70 punti conquistati e un record di vittorie in trasferta, il tecnico Cristiano Lucarelli, a meno di novità dell’ultim’ora da Torre del Grifo, non sarà confermato alla guida del sodalizio di via Magenta. La mancata qualificazione alla finalissima playoff di Pescara probabilmente ha sancito una profonda spaccatura con la dirigenza e la proprietà rossazzurra che guardano altrove nonostante un contratto in scadenza nel 2019. Lucarelli però ha convinto molti addetti ai lavori e piace a diversi club di Serie B. Il Pescara lo segue da tempo ma, secondo quanto appreso da Itasportpress.it, il mister livornese è molto apprezzato da Maurizio Zamparini patron del Palermo. I rosanero lottano per la promozione e dopo la vittoria di ieri al “Barbera” contro il Frosinone, avranno due risultati su tre a disposizione sabato sera allo “Stirpe” per festeggiare il ritorno in A dopo solo un anno di Purgatorio in cadetteria. Qualora però le cose dovessero andar male per il Palermo in terra laziale, Lucarelli sarebbe chiamato in panchina al posto di Roberto Stellone che lascerebbe i rosanero. Lucarelli è piaciuto a Zamparini soprattutto per il modo di gestire lo spogliatoio, ma soprattutto l’ambiente catanese a 360°. Ecco perchè è stato inserito dal patron rosanero in una lista della spesa che comprende altri tre allenatori. Se il Palermo andrà in A, mister Stellone, come ha affermato recentemente Zamparini, sarà riconfermato ottenendo anche un biennale, diversamente affondo per Lucarelli che allungherebbe la lista dei tecnici passati da Catania a Palermo.

Cristiano Lucarelli, l’uomo che rinunciò al miliardo per una fede

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy