Sampdoria, Ferrero: “Giampaolo resta, Torreira no. Sono un dottore del calcio”

Sampdoria, Ferrero: “Giampaolo resta, Torreira no. Sono un dottore del calcio”

“Questa squadra va rinforzata in certi reparti ed è quello che farò”

di Redazione ITASportPress

“Osti, Pradè e Giampaolo ancora con noi. Mi hanno rovinato, perché ho dovuto mettere le mani in tasca…”.

L’ossatura della Sampdoria resterà la stessa anche per la prossima stagione: ad annunciarlo è Massimo Ferrero all’uscita dall’AC Hotel di Genova.

Il presidente blucerchiato ha anche toccato altri argomenti:

MERCATO IN ENTRATA… – “Non sono un intenditore, né uno che conosce il calcio, io sono un dottore del calcio, faccio delle analisi: questa squadra va rinforzata in certi reparti ed è quello che farò”.

… E MERCATO IN USCITA – “Non è che posso tenere le briglia come a un cavallo dentro alla stalla ai giocatori, non faccio lo stalliere: il signor Torreira credo che vada, è il momento che spicchi il volo, ma gli altri rimarranno tutti. La Sampdoria è uno dei club più importanti anche a crescere i ragazzi: però quando questi crescono noi li vendiamo a squadre importanti inglesi, tedesche, lo avete visto no?”.

TIFOSI – “Dite ai tifosi che Ferrero li ama, che gli vuole bene e che non si devono offendere quando dico quattro scappati di casa: la tifoseria è un conto, i disturbatori un altro. Io amo lo sport pulito, sono arrivato qui e ho combattuto per togliere la tessera del tifoso perché lo sport è un divertimento e i tifosi si offendono perché gli dico quattro scappati di casa e glielo dico in faccia? Glielo vado a ridire a quei quattro signori che vengono a disturbare la partita, quelli non sono tifosi, non amano il calcio”.

MANCINI – “Scelta giusta, ponderata, efficace ed efficiente: il Mancio è il Mancio”.

Ferrero: “Lotito Sanculino”. Poi litiga con Ferrara…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy