Catania, Lo Monaco a ISP: “Contro il Potenza ci siamo dimostrati impreparati. Atteggiamento da non ripetere più”

Catania, Lo Monaco a ISP: “Contro il Potenza ci siamo dimostrati impreparati. Atteggiamento da non ripetere più”

L’ad etneo non è soddisfatto della prestazione della squadra

di Redazione ITASportPress

Una sconfitta quasi inaspettata per il Catania che in campionato aveva sempre fatto bene prima del k.o. di oggi a Potenza. L’a.d. etneo Pietro Lo Monaco è amareggiato per come è maturata la sconfitta e ai microfoni di Itasportpress.it afferma: “Non abbiamo affrontato il Potenza nella maniera giusta. I lucani hanno meritato di vincere ma noi li abbiamo aiutati con un approccio sbagliato. Loro erano troppo carichi e noi troppo arrendevoli”.

ATTEGGIAMENTO SBAGLIATO – “Un atteggiamento sbagliato che il Catania non deve più ripetere. Brutta partita e pessima esibizione. Dopo il 2-1 sembravamo ancora in partita ma dopo il terzo gol siamo crollati e abbiamo mollato. Non è questo lo spirito che deve animare il Catania contro avversari che contro di noi giocano la partita della vita. Il Potenza non ha rubato nulla e noi non siamo stati lucidi anche nelle tre occasioni in cui abbiamo beccato il gol”.

TRE GOL EVITABILI – “Per una difesa come la nostra è assurdo prendere tre reti così. Strambelli sembrava Alberto Tomba in area di rigore così come il gol di testa di Guaita sugli sviluppi di un corner è da polli prenderlo. Il primo gol di França è demoralizzante visto che è saltato indisturbato. Siamo stati disattenti in tutte e tre le occasioni. E’ un incidente di percorso che ci lascia tanto amaro in bocca”.

SIRACUSA – “Per fortuna abbiamo subito una partita da giocare col Siracusa mercoledì e al “Massimino” dobbiamo dimostrare che questo scivolone di Potenza è stato un incidente di percorso. Questo inizio di campionato “spezzatino” qualche problema te lo crea. Non giocare da 15 giorni ti fa perdere il ritmo e soffriamo ma siamo una squadra importante e non possiamo commettere certi errori”.

SOTTIL – “L’allenatore non ha colpe specifiche sul modulo utilizzato e sugli uomini mandati in campo dal 1′. Magari l’approccio non è stato cattivo e feroce come serviva per spegnere gli entusiasmi al Potenza ma Sottil non ha colpe specifiche. Spero che questa sconfitta ci metta nelle condizioni di cambiare atteggiamento e correre ai ripari. Guai se non fosse così. Le sconfitte sono preziose per questo e devono farci aprire gli occhi e cambiare atteggiamento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy