Catania, Lo Monaco a ISP: “Tifosi sostenete la squadra e fischiate me. Di Grazia? Ecco perchè l’ho rimesso in pista”

Catania, Lo Monaco a ISP: “Tifosi sostenete la squadra e fischiate me. Di Grazia? Ecco perchè l’ho rimesso in pista”

L’ad etneo a Itasportpress.it ha detto la sua anche sulla prestazione della squadra

di Redazione ITASportPress

L’ad del Catania Pietro Lo Monaco a Itasportpress.it ha detto la sua sul successo della squadra rossazzurra contro la Casertana, ma anche sui fischi del pubblico alla fine del primo tempo e per finire, sul reintegro di Andrea Di Grazia in rosa dopo che aveva avanzato l’istanza al Collegio arbitrale al fine di ottenere lo svincolo.

CATANIA – “Non era facile vincere contro una delle squadre più in forma del campionato. Non hanno mai tirato in porta e nella ripresa abbiamo giocato meglio dopo un primo tempo di controllo della gara. La manovra è diventata più fluida dopo il gol di Carriero e la squadra ha giocato molto bene per almeno 45′. Bisogna capire che in C non è facile portare a casa il risultato dopo la prima mezzora. Dispiace che qualcuno ha pensato che solo perchè ci chiamiamo Catania la vittoria ci è dovuta”

FISCHI – “Io rispetto l’opinione di tutti e tollero anche il dissenso perchè il tifoso esprime il suo sentimento. Noi vogliamo vincere il campionato come lo vogliono i tifosi, ma a tutti ricordo che il Catania non è mai fallito diventando una società forte dopo un periodo catastrofico. I campionati non si vincono sulla carta. Chi si aspettava una Juve Stabia imbattuta a febbraio? Fa parte dell’imponderabile di questo sport. Noi abbiamo fallito solo con Bisceglie e Siracusa ma siamo ancora in corsa per il primo posto. Non mi permetto di chiedere ai tifosi il motivo dei fischi di oggi nel primo tempo, dobbiamo analizzare bene tutto senza distruggere. Incitate la squadra perchè i ragazzi hanno bisogno del sostegno di tutti. Se si vogliono sfogare, facciano i cori contro di me ripetendo per 90′ “Direttore facci un gol”. Oggi ha portato bene questo coro e allora lo ripetano ogni partita. La squadra ha reagito bene  nonostante i fischi”.

DI GRAZIA  – Il calciatore catanese dopo aver perso la vertenza proposta al Collegio arbitrale per ottenere lo svincolo, secondo informazioni di mercato ottenute da Itasportpress ha già un accordo con il Pescara ma Lo Monaco nonostante sia in scadenza di contatto, lo ha rimesso a disposizione di mister Sottil cambiando idea. Il dirigente spiega a Itasportpress.it il motivo. “Ci mancava Sarno e allora ho chiesto al tecnico di tenere in considerazione Di Grazia. Lui adesso deve dare conto e ragione alla gente di Catania delle sue scelte. Deve onorare la maglia fino alla fine della stagione se sarà utilizzato da Sottil. Vediamo come risponde sul campo”. Il Pescara? Non ha voluto firmare il rinnovo col Catania e probabilmente questa pista sarà veritiera, ma manca ancora tanto tempo prima di lasciare Torre del Grifo e Di Grazia deve metterci la faccia da qui a giugno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy