Catania, Pulvirenti su caos ripescaggi: “Chiesti alla Figc 20 milioni di risarcimento danni”

Catania, Pulvirenti su caos ripescaggi: “Chiesti alla Figc 20 milioni di risarcimento danni”

Il patron etneo ha parlato a Telecolor Catania

di Redazione ITASportPress

Il patron del Catania Nino Pulvirenti ospite della trasmissione Corner su Telecolor, ha ripercorso gli anni del tracollo rossazzurro, dalla retrocessione dalla A alla C, fino alla rinascita del club e il risanamento finanziario. Questi i passaggi più importanti durante la trasmissione televisiva.

LO MONACO – “Devo sempre ringraziare il direttore per essere tornato quando la barca stava affondando. Ci ha rimesso impegno, passione, soldi e salute, ma lo ha fatto per scelta perché sente il Catania come una sua creatura. Se siamo finiti in C dilapidando un patrimonio di 42 milioni di euro, la colpa è solo mia. Nella vicenda “Treni del Gol” ho delle responsabilità ma ritengo che ho sbagliato per troppo amore per la squadra. In quella circostanza nessun aiuto ci fu dato e ci salvammo con le nostre armi. Adesso ripartiamo e siamo già una società che ha abbattuto un pesante passivo e sta messa bene dal punto di vista finanziario”.

TIFOSI – “Il rapporto con i tifosi se si è sfaldato dopo la retrocessione in Serie B fino ad arrivare nel momento più basso come adesso, è solo colpa mia. Lo Monaco ha fatto quelle dichiarazioni contro i gruppi organizzati perché ha cercato di attirare su di se’ tutte le attenzioni lasciando distanti i calciatori in un momento difficile. Lui è abile a fare questo. Adesso dobbiamo tornare uniti e mettiamoci una pietra sopra. A cominciare dalla prossima partita uniamoci tutti e remiamo verso una sola direzione”.

FIGC – “Per i danni subiti questa estate con la vicenda dei ripescaggi, che ci ha penalizzato in diversi campi, abbiamo avanzato una richiesta di risarcimento pari a 20 milioni di euro!”

FUTURO – “Siamo la Juventus della Serie C e non è facile vincere e battere tutti, ma l’obiettivo che abbiamo è quello di ritornare in Serie A. Spero che avvenga presto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy