Catania, si riparte da “San Pisseri”

Catania, si riparte da “San Pisseri”

L’estremo difensore dei rossazzurri rappresenta la base per un campionato di vertice

Le prestazioni di Matteo Pisseri, la scorsa stagione, sono state di gran lunga le migliori in casa Catania. Il portiere, classe 1991, è stato più volte determinante e con le sue parate ha consentito, in più di una occasione, agli etnei di cogliere un risultato positivo.

ULTIMO BALUARDO – Se gli errori di un attaccante o di un mediano possono essere rimediati in un certo modo dai compagni di squadra, quando sbaglia un portiere non esiste prova d’appello. Non è il caso di Pisseri. L’estremo difensore, nella prima stagione con la maglia rossazzurra, ha sbagliato pochissimo, dimostrandosi freddo in tante situazioni di gioco. Balzi felini, riflessi notevoli, ottimo posizionamento tra i pali. La sua crescita tecnica cresce e già diversi club di A e B hanno messo gli occhi su di lui.

MARGINI DI MIGLIORAMENTO – Forza esplosiva, velocità, coordinazione, flessibilità, capacità di leggere rapidamente le situazioni di gioco sono doti che contraddistinguono l’estremo difensore, scuola Parma. Per il Catania, dopo anni di alterne fortune tra i pali, avere un portiere di primissimo ordine, è l’ottima base per un campionato di vertice. E i margini di miglioramento sono notevoli.

VALORE DI MERCATO

Screenshot_1

STATISTICHE

Screenshot_2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy