Catania, Sottil: “Fatto prestazione insufficiente con la Sicula e fischi giusti. E’ un problema…”

Catania, Sottil: “Fatto prestazione insufficiente con la Sicula e fischi giusti. E’ un problema…”

L’analisi del tecnico rossazzurro dopo il pareggio di Lentini

di Redazione ITASportPress

Dopo il pari deludente contro la Sicula Leonzio, il tecnico del Catania Andrea Sottil fa un’analisi della prova della sua squadra: “Oggi i fischi del nostro pubblico sono giusti nel senso che abbiamo fatto prestazione insufficiente. Non ci vengono le cose che prepariamo in allenamento e non siamo brillanti. Non è stata una bella partita e dovevamo fare di più. Mercoledì abbiamo avuto un sacco di occasioni nella ripresa e siamo rimasti lucidi e sereni, oggi eravamo convinti di fare bene ma abbiamo giocato con il freno a mano tirato. E’ una questione mentale ma dobbiamo essere più determinati e precisi, abbiamo una paura che non ci porta da nessuna parte. In questi giorni ha visto un gruppo unito e compatto ma la prestazione di oggi non rispecchia il lavoro fatto in settimana. Non cerco alibi e ci metto la faccia facendo analisi equilibrate, il campo gibboso non ci ha aiutato ma questa sera abbiamo fatto male. Non facciamo gol e la colpa è di tutti. Ci manca spregiudicatezza e abbiamo troppa paura. I tifosi hanno ragione di essere arrabbiati e delusi, noi con serietà e impegno proveremo a risalire e uscire da questa situazione. Devo lavorare sulla mente dei calciatori e abbiamo 7 giorni prima della partita con la Cavese”.

ANGIULLI – Questa l’analisi del centrocampista Angiulli: “L’ambiente si aspetta tanto e non possiamo pretendere di essere applauditi in questo momento. Sappiamo che chi gioca a Catania deve avere personalità per sopportare la pressione. Dobbiamo essere più decisi nei duelli e la Sicula ha fatto oggi una vera partita di Serie C lottando e correndo. Siamo uniti e nessuno rema contro. Bisogna adattarsi alla categoria e non possiamo specchiarci. Non riuscire a creare occasioni non porta positività ma con il lavoro troveremo la quadra anche dal punto di vista caratteriale”.

AYA – Questa l’analisi del difensore Aya: “In C non è come in Coppa Italia. Qui bisogna vincere i duelli e se li perdi fai fatica. Bisogna fare qualcosa in più e oggi meritava di vincere la Sicula Leonzio. Dovevamo stare più alti con la linea e invece noi ci siamo abbassati regalando molti metri all’avversario. Dobbiamo avere più coraggio e rimanere più alti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy