Lucarelli suona la carica e il Catania stordisce la Sicula Leonzio (video goal)

Lucarelli suona la carica e il Catania stordisce la Sicula Leonzio (video goal)

Vittoria in rimonta del Catania con le reti di Curiale, Pozzebon e Russotto

Catania formato Lucarelli, tutto grinta e cuore, ribalta la Sicula Leonzio e vince 3-2 nella prima giornata del gruppo L di Coppa Italia Serie C. I rossazzurri sotto di due reti contro la compagine guidata dall’ex Rigoli (con le reti di Arcidiacono e Bollino) rimontano con i goal di Curiale, Pozzebon e Russotto. Pubblico in visibilio dopo aver visto per più di un’ora la squadra etnea con le gambe molli e senza molte idee. Poi la scintilla anche con i cambi effettuati dal tecnico rossazzurro. Mercoledì 23 sfida contro l’Akragas all’Esseneto.

ANALISI DELLA GARA

Il Catania non ha trovato le giuste linee di passaggio nel primo tempo. Lucarelli ha sempre dato indicazioni ai suoi ma non è riuscito a dare la sveglia ai rossazzurri molto annebbiati e con le gambe appesantite dai carichi di lavoro. Centrocampo etneo compassato e molto lento nella verticalizzazione con un vestito tattico più da 4-3-1-2 nel primo tempo. Anche i lanci lunghi di Lodi non hanno funzionato per innescare gli attaccanti che per 60’ hanno avuto le polveri bagnate. Pozzebon è stato il solito fantasma della scorsa stagione con movimenti in area sempre imprecisi e poca lucidità in area di rigore mentre Russotto mai decisivo sotto porta. Arcidiacono ha fatto venire il mal di testa a Semenzato e agli altri difensori del Catania per molto tempo con la Sicula Leoncio sempre col piede sull’acceleratore grazie anche al funambolico Squillace. Poche idee e mal sviluppate dei rossazzurri per quasi un’ora con Rigoli che con il suo 4-3-3, ha chiuso tutti gli spazi al Catania. Primo tempo scialbo con il pubblico che ha fischiato i propri beniamini.

Nella ripresa in avvio ancora Sicula vibrante ma poi Lucarelli ha cambiato le carte in tavola con l’inserimento di Curiale e Di Grazia con quest’ultimo che ha dato imprevedibilità alla manovra del Catania. Dal 4-3-1-2 al 4-2-4 molto offensivo con due esterni alti: un cambio tattico che ha dato i suoi frutti.  Bravo Curiale ad accorciare le distanze. Il Catania negli ultimi 20’ ha alzato i ritmi con Pozzebon che dopo essere stato troppo lento e macchinoso, si è fatto perdonare con un destro chirurgico che ha consentito all’undici di Lodi di pareggiare. I ritmi dopo la sfuriata del Catania si sono abbassati ma resta il merito del tecnico catanese che ha raddrizzato una gara difficile che sembrava fino al 60’ finita. Bene anche Lodi nella ripresa che si è acceso con precisi lanci come quello che ha innescato Russotto per il gol del 3-2. Nel secondo tempo è stato un altro Catania.

CATANIA-SICULA LEONZIO 3-2

MARCATORI: 13′ Arcidiacono, 64′ Bollino, 66′ Curiale, 73′ Pozzebon, 75′ Russotto

CATANIA (3-4-1-2) – Pisseri; Aya, Tedeschi, Marchese; Semenzato, Da Silva, Lodi, Caccetta (dal 63′ Di Grazia), Mazzarani (dal 63′ Curiale); Pozzebon (dal 78′ Biagianti), Russotto. All. Lucarelli

SICULA LEONZIO (4-3-3) – Narciso; De Rossi (dal 65′ Giuliano), Camilleri, Gianola, Squillace; Marano (dal 86′ Tavares), Esposito, D’Amico (dal 58′ Gammone); Bollino, Ferreira, Arcidiacono. All. Rigoli

ARBITRO: Pasciuta della sezione di Agrigento

AMMONITI: Russotto, Arcidiacono, De Rossi

CRONACA DELL’EVENTO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy