Bayern Monaco, Heynckes: “Real Madrid? Spero che Ronaldo non sia in giornata”

Bayern Monaco, Heynckes: “Real Madrid? Spero che Ronaldo non sia in giornata”

“Kroos mi ha confermato che è un giocatore che, come Robben, si allena con grande cura e fa tutto per il suo club”

di Redazione ITASportPress

 

Il sorteggio delle semifinali di Champions League ha messo davanti ai campioni di Germania del Bayern Monaco il Real Madrid campione in carica della competizione europea. Jupp Heynckes, allenatore dei bavaresi, parla del confronto e della forza dell’avversario con un particolare auspicio:

IL REAL È LA PIU’ FORTE – “Si tratta di una partita eccezionale nel calcio europeo. Affronteremo il campione in carica, una squadra eccellente con giocatori eccezionali”, questo il pensiero di Jupp Heynckes sul Real Madrid. La differenza tra i Blancos e le altre big è che la squadra di Zinedine Zidane ha nei suoi giocatori, nel gruppo, la propria vera forza: “La squadra vincente è quella più consistente, dove i giocatori vanno d’accordo, si capiscono e si rispettano a vicenda. È molto importante. Per esempio, si veda il PSG o il Manchester City: non puoi comprare un fenomeno e vincere subito, hai bisogno di tempo, pazienza. Devi crescere e i giocatori devono conoscersi”.

CR7 – I grandi giocatori però fanno spesso la differenza. È questo il caso di Cristiano Ronaldo. Il tecnico del Bayern Monaco sa bene che il portoghese è il pericolo numero uno. Proprio sul numero 7 Blancos, l’ex attaccante ha una parola di riguardo: “Ronaldo è un grande giocatore ed è come Messi il miglior giocatore del mondo. Ho parlato diverse volte con Kroos che mi ha confermato che è un giocatore che, come Robben, si allena con grande cura e fa tutto per il suo club”. Poi la speranza: “È sempre stato decisivo, ma credo che anche le qualità di tutto il Real Madrid siano importanti. Spero che non sia in giornata contro di noi”.

Lineker: “Rosso a Buffon? Come sparare a Bambi”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy