Buffon: “Pensavo al ritiro, poi è arrivato il Psg. Champions? Dico grazie e spero che…”

Buffon: “Pensavo al ritiro, poi è arrivato il Psg. Champions? Dico grazie e spero che…”

“Vincere la Coppa sarebbe il modo perfetto di chiudere la carriera”

di Redazione ITASportPress

Lunga e interessante intervista rilasciata da Gianluigi Buffon al Telegraph. Il portiere del Paris Saint-Germain ha parlato a margine della partita di Champions League contro il Manchester United. Il ritorno in coppa per l’ex Juventus che spera di poter arrivare fino alla fine per alzare il trofeo.

L’estremo difensore italiano ha affrontato diversi temi: dalla decisione di continuare a giocare, fino alla possibilità di rinnovare un altro anno con i parigini.

SCELTA – “Stavo organizzando la mia vita senza calcio. Poi è arrivata quest’offerta del Paris Saint-Germain. Avrei potuto pensare di continuare solo in club come il Real Madrid, il Psg e il Barcellona. Ci ho pensato due settimane e ho deciso che almeno uno o due anni ad alto livello potevo ancora farli. Ecco perché ho detto di sì”.

SOGNO – “Per me, la Champions League sarà sempre il livello più alto che si possa avere, il miglior torneo in cui giocare, Dico grazie per tutte le emozioni che la Champions League mi ha regalato, ma spero di avere un’altra opportunità di vincere perché sarebbe la conclusione perfetta per la mia carriera”. E a proposito di Champions League, questa sera i francesi saranno contro il Manchester United: “Mi sto chiudendo la mente. Nelle cinque ore precedenti al match è l’unica cosa su cui sono concentrato, non voglio pensare a nient’altro. Sono in questa situazione in cui sono preparato, poi aspetto, aspetto, arriva la partita e realizzo il mio sogno, ogni volta, è la mia vita, il mio ruolo nel campo”.

FUTURO – Sull’ipotesi rinnovo: “C’è un’opzione per un altro anno. E spero di firmare questo prolungamento. Penso che in un contratto, quando esiste un’opzione per un altro anno, è molto importante che entrambe le parti siano soddisfatte. Io sono soddisfatto e spero di rimanere perché sono convinto che sia io che la squadra possiamo fare molto e migliorare anche nel prossimo anno. Se il Psg sarà il mio ultimo club? Sì, assolutamente credo di si. Non mi interessa giocare dove non ritengo ci sia un livello alto. Sono nato e cresciuto nel top del calcio e finirò al top”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy