Manchester United, Mourinho: “Passaggio agli ottavi? Un messaggio ai rivali. Sul gesto delle bottiglie…”

Manchester United, Mourinho: “Passaggio agli ottavi? Un messaggio ai rivali. Sul gesto delle bottiglie…”

L’analisi dell’allenatore portoghese dopo la sfida di Champions League

di Redazione ITASportPress

Un successo importante, quello ottenuto dal Manchester United contro lo Young Boys. La rete di Fellaini regala gli ottavi di finale ai Red Devils e un sospiro di sollievo e di rabbia al tecnico Josè Mourinho. Al termine della gara, l’allenatore portoghese ha parlato in zona mista soffermandosi soprattutto sulla prestazione dei suoi e difendendo a modo suo il portiere De Gea, nel mirino della critica nelle scorse settimane e grande protagonista di un salvataggio miracoloso nella notte. Non poteva poi mancare la classica frecciata in pieno stile Special One.

COMMENTO – “Non voglio che nessuna dica che abbiamo giocato in modo difensivo o senza voglia e forza, dopo dieci minuti abbiamo avuto due grandi occasioni per segnare. Abbiamo tirato tante volte senza segnare, il nostro portiere è il migliore del mondo e ci ha salvato. Siamo riusciti a vincere ma serve farlo prima ma non si deve arrivare all’ultimo minuto. Abbiamo raggiunto la qualificazione in anticipo ma è frustrante in questo modo fino allo scadere”. Poi una frecciata ai cosidetti nemici: “La qualificazione agli ottavi? Un messaggio per i chi mi ama. Ho giocato 14 volte in Champions League e mi sono qualificato in tutti le occasioni. Nei due anni che non ho giocato, ho vinto l’Europa League. È una piccola curiosità per tutti i miei amanti e fan delle statistiche”.

GESTO BOTTIGLIA – Protagonista come sempre, sopra le righe, Mourinho, in seguito al gol della vittoria, ha reagito scaraventando delle bottiglie a terra. Lo Special One ha spiegato: “Quel gesto è stato dettato dall’adrenalina e dalla frustrazione. Non dovevamo essere nei guai fino all’ultimo minuto. Non ero arrabbiato con i giocatori, ero frustrato di non aver potuto segnare prima. I miei giocatori erano molto stanchi alla fine ed è quello che volevo: significa che hanno dato il massimo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy