Napoli senza difesa, il Beskitas espugna il San Paolo (2-3)

Napoli senza difesa, il Beskitas espugna il San Paolo (2-3)

Clamorosa sconfitta in casa dei partenopei: i turchi vincono e si rilanciano in ottica qualificazione.

Commenta per primo!

Il Napoli è in crisi. Dopo due sconfitte consecutive in campionato, arriva lo scivolone anche in Champions League che mette nei guai la compagine partenopea per la qualificazione. Una doppietta di Aboubakar e una rete di Adriano consentono al Besiktas di battere a domicilio i campani al San Paolo. Non bastano le reti di Mertens e Gabbiadini per conquistare almeno un punto. Adesso diventa importante la prossima partita della squadra di Sarri nella tana del Besiktas. Azzurri che in caso di sconfitta potrebbero compromettere il cammino in Champions dopo le vittorie contro Dinamo Kiev e Benfica nelle prime due giornate.

Cronaca- Subito inizio pimpante per il Napoli: al 3′ cross basso di Ghoulam, Mertens è libero al centro dell’area, ma manda alto sulla traversa. I partenopei mettono alle corde gli ospiti, ma al 12′ arriva il vantaggio a sorpresa: inserimento in area di Quaresma sulla destra, cross basso, sul secondo palo arriva Adriano, che infila Reina con un preciso sinistro. Napoli subito all’arrembaggio: al 18′ Insigne sulla corsa per Mertens, tiro al volo, Fabricio mette in corner. Al 29′ cross al bacio di Insigne, Mertens arriva da dietro, ma di testa manda sul fondo. Un minuto dopo arriva il pareggio del Napoli: Hamsik lancia Callejon, perfetto il cross basso per Mertens, anticipo sotto misura e palla in rete. La partita si fa intensa, il Besiktas non demorde e al 38′ trova il vantaggio: Jorginho serve involontariamente Aboubakar, l’attaccante si inserisce in area e batte Reina, non incolpevole. Poco prima del riposo Napoli vicino al pareggio: al 44′ tiro-cross di Callejon dalla distanza, Fabricio alza oltre la traversa.

Al 49′ rigore per il Napoli: Zielinski verticalizza per Callejon, Fabricio respinge, ma non trattiene, poi travolge Mertens. Dal dischetto, però, Insigne sbaglia. Il Napoli fatica a rendersi pericoloso, ma si affida ancora al belga che si guadagna un altro rigore al 68′: Gabbiadini, appena entrato, trasforma dal dischetto. Poi è un monologo partenopeo alla ricerca del gol della vittoria, ma al 84′ arriva la beffa: punizione di Quaresma dalla tre-quarti, Reina non esce e Aboubakar, sotto misura, poggia di testa in rete. Finisce così dopo 3 minuti: prima sconfitta casalinga in Champions per il Napoli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy