Juventus, Allegri: “Bonucci meno grave del previsto. Champions? Non siamo i favoriti…”

Juventus, Allegri: “Bonucci meno grave del previsto. Champions? Non siamo i favoriti…”

“Coppa Italia allenante perché partita secca”

di Redazione ITASportPress

Vigilia di Coppa Italia per la Juventus di Massimiliano Allegri che domani dovrà vedersela contro l’Atalanta a Bergamo. Sfida molto insidiosa, valida per i quarti di finale della competizione, che il tecnico ha presentato ai media presenti in sala stampa. Ecco quanto dichiarato a poco più di 24 ore dalla sfida:

INFORTUNATI – “Pjanic e Khedira sono a disposzione, forse anche Mandzukic. Non ci saranno Barzagli, Cuadrado e Bonucci. Per lui, l’infortunio è meno serio del previsto. Caceres, se tutto andrà bene, sarà a disposizione domani”.

CHI GIOCA – “Dietro ci saranno Chiellini, Rugani e Cancelo; devo decidere sulla sinistra. Il resto è da valutare, in funzione della partita e del fatto che poi giochiamo sabato sera. Potrebbe giocare Matuidi. Per quanto riguarda gli infortuni, non si può ragionare con la paura: non si può sapere cosa succede. Si accettano gli imprevisti e si va avanti”. “Se gioca Ronaldo? Oggi parlerò con Cristiano, che sta facendo un’ottima annata a livello fisico, con tanta intensità. Un po’ dovrà rifiatare, anche se la settimana più importante è questa, poi per due settimane avremo più tempo per recuperare”. “Domani gioca Szczesny, sabato Perin. Dybala? Domenica sera ha avuto occasioni, come nell’azione del gol di Cancelo. In più, ci dà una grossa mano in fase di sacrificio e costruzione”.

LA SFIDA – “Il calcio è imprevedibile, come è successo a Roma. All’inizio abbiamo giocato male, e abbiamo preso gol nel nostro momento migliore”. “In trasferta? Giochiamo dove ci viene detto di giocare. Stiamo giocando tante partite secche, o importanti, in trasferta. E domani ne abbiamo un’altra: è allenante in vista anche della Champions League”. E a proposito di Champions: “Non sta scritto da nessuna parte che siamo i super favoriti, anzi, è una follia. In questo modo non si vive la competizione come va vissuta, cioè come un obiettivo da portare a casa, se saremo bravi e fortunati”. In campionato, su 38 partite, ti puoi permettere di sbagliarne una. Domani, per esempio, no. E in Champions League nemmeno”. “Ho detto ai ragazzi che se vogliamo giocare di più dobbiamo riempire il calendario, andando avanti in tutte le competizione”.

ATALANTA – Sui nerazzurri allenati da Gasperini: “Non sarà semplice domani, l’Atalanta è in condizione, contro la Roma ha rimontato creando tantissimo. Ci sarà pressione, vincerà chi farà meno errori. Si fa fatica contro di loro, perché sono una squadra fisica, con propensione offensiva, ma è anche vero che concede molto. Dovremo sfruttare i punti deboli, restando attenti alla loro forza. Per i nostri avversari sarà una serata importante, ma noi dobbiamo guardare noi stessi, per conquistare la semifinale e provare a giocare la quinta finale consecutiva”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy