Catania, Lo Monaco a ISP: “Per i playoff non partiamo favoriti. Occhio a queste tre avversarie”

Catania, Lo Monaco a ISP: “Per i playoff non partiamo favoriti. Occhio a queste tre avversarie”

L’ad etneo è ampiamente soddisfatto del campionato dei rossazzurri

di Redazione ITASportPress

I numeri dicono che il Catania ha disputato un grandissimo campionato. La squadra di mister Lucarelli ha ottenuto il maggior numero di vittorie (21) di tutti e tre gironi di Serie C. Ha il miglior attacco con 65 reti, la migliore differenza reti (+34); la migliore difesa in casa, il miglior rendimento esterno insieme al Lecce con 33 punti; il miglior attacco in trasferta con 30 gol in 18 partite; il capocannoniere del Girone C è stato il rossazzurro Curiale con 15 gol; contro il Rende è stata conquistata la 21.ma vittoria in questo campionato che ha proiettato il Catania al secondo posto dietro il formidabile Lecce… eppure c’è chi continua a criticare l’operato di dirigenza, allenatore e squadra sol perchè sono mancati 4 punti per la promozione diretta.

L’ad Pietro Lo Monaco giustamente esalta la stagione dei rossazzurri e manda attraverso Itasportpress.it un segnale ai naviganti visto che i critici a Catania sono sempre in prima linea. “Questi ragazzi sono stati encomiabili. Un campionato bellissimo con numeri e statistiche da primato. Purtroppo abbiamo avuto la sfortuna di trovare sulla nostra strada un Lecce stratosferico che solo alla fine ha avuto un calo. Ci abbiamo provato a superarli, ma non ci siamo riusciti per pochissimo. Adesso proveremo a raggiungere i pugliesi in Serie B vincendo i playoff. Il Catania non partirà favorito come molti pensano guardando al blasone. Ci sono Pisa e Alessandria che hanno speso una barca di soldi per fare il salto di categoria e sono forti come noi. Ci metto anche la Reggiana, una signora squadra. C’è un vantaggio per le seconde in classifiche che possono entrare in campo nella fase ultima e questo dobbiamo sfruttarlo bene. Questo campionato però mi lascia anche un magone terribile visto che la B ci è sfuggita per pochissimo. Per i playoff non ci mancherà proprio nulla perchè alleneremo anche la mente dei calciatori con l’ausilio di due importanti mental coach. In campionato le cose sono andate come le avevamo preparate, ma purtroppo le partite sono fatte di episodi e nelle sfide decisive non siamo stati fortunati o lucidi nel momento di affondare il colpo. Avremmo festeggiato qualcosa di diverso già a maggio, ma pazienza vorrà dire che metteremo lo spumante in frigorifero per un mese ancora e stappare la bottiglia a Pescara”.

ARBITRI – “Abbiamo perso tanti punti per colpa degli arbitri. Nel nostro girone si poteva pensare a coincidenze fortuite a vantaggio di tutti, nei playoff se esiste un fattore che predomina è l’imparzialità, quindi speriamo bene. L’auspicio è di avere arbitri all’altezza di questi spareggi che decideranno il futuro dei club”.

TIFOSI – “Come sempre sono il nostro dodicesimo uomo in campo e il loro sostegno non ci è mai mancato in questa stagione. Non smetterò mai di ringraziarli. Nei playoff abbiamo bisogno della nostra gente perchè sono una componente importante per la squadra. Vorrei vedere sempre lo stadio pieno nelle partite playoff che giocheremo al Massimino come col Trapani. Sarebbe bello vedere il Cibali colorato di rosso e azzurro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy