Napoli, Bagni a ISP: “La vittoria rocambolesca della Juve ha spento un Napoli già logoro”

Napoli, Bagni a ISP: “La vittoria rocambolesca della Juve ha spento un Napoli già logoro”

L’ex centrocampista della compagine partenopea ha spiegato perchè la squadra di Sarri è crollata

di Redazione ITASportPress

L’ex calciatore del Napoli, Salvatore Bagni, ha analizzato ai microfoni di Itasportpress.it, la volata per il titolo che dopo l’ultimo turno di campionato, ha visto la squadra di Sarri perdere a Firenze e la Juve passare con fatica sul campo dell’Inter. Bianconeri adesso a + 4 sui partenopei.

SCUDETTO  – “Ci ho creduto sempre, dalla prima giornata, al tricolore perchè questo Napoli ha espresso un grande calcio per quasi tutto il campionato. Poi Sarri ha avuto elementi importanti e anche esperti per vincere il titolo, ma il parco calciatori del Napoli non era ampio come quello della Juve. Con 13/14 titolari non è la stessa cosa di averne 18/19 come la Juventus. Infatti il Napoli è arrivato logoro fisicamente e mentalmente in questo finale di campionato con un organico limitato. Sarri ha utilizzato praticamente sempre gli stessi per mancanza di scelte. I cosiddetti rincalzi non li ha messi in campo perchè non li riteneva all’altezza dei titolari. Nella testa di Sarri c’erano solo 13 calciatori più Zielinski alternativa di Hamsik. Qualche giocatore determinante è crollato alla distanza, ma non è una colpa visto che hanno avuto un minutaggio esagerato. Lo stress in una città importante come Napoli, ti toglie parecchie energie e quando mancano ancora tre giornate alla fine credo che ormai il torneo sia indirizzato. Peccato, era questa la stagione giusta per vincere lo scudetto visto che la Juve, anch’essa sulle gambe, lo ha servito al Napoli su un piatto d’argento “.

EUROPA LEAGUE – “Sarri ha fatto i suoi calcoli per decidere l’uscita dalla Europa League e puntare solo alla scudetto, ma forse, visto come è arrivato il Napoli fisicamente e mentalmente a fine stagione, aveva ragione lui”.

FIORENTINA – “Io credo che Il Napoli non sia entrato in campo contro la Viola. I giocatori non avranno dormito la notte del sabato dopo la rocambolesca vittoria della Juventus a San Siro. Quei tre minuti finali contro l’Inter hanno spento il Napoli e pietrificato i calciatori davanti alla tv. Senza la vittoria della Juventus, seppur con un Napoli in riserva, come visto nelle ultime giornate, i ragazzi di Sarri avrebbero anche fatto una prestazione migliore sul piano nervoso a Firenze”

INTER – “Certo che la mia ex squadra è stata penalizzata dall’arbitro visto che l’espulsione di Pjanic era sacrosanta. Su Vecino penso che il rosso ci stava. Nella mia carriera ho fatto molti contrasti decisi e quello del calciatore nerazzurro non era cattivo ma molto deciso sulla gamba di Mandzukic. Però non mi piace parlare degli arbitri e io ho sempre accettato il verdetto del campo. L’Inter in parità numerica avrebbe vinto certamente contro una Juve alle corde e forse il Napoli oggi sarebbe primo in classifica.”

Napoli, da Sarri messaggio alla Juve: “Tutto finisce”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy