Napoli, Lo Monaco a ISP: “Ha fallito De Laurentiis e non Sarri. Club mutilato da strategie al risparmio”

Napoli, Lo Monaco a ISP: “Ha fallito De Laurentiis e non Sarri. Club mutilato da strategie al risparmio”

L’esperto dirigente ha bocciato la programmazione portata avanti da De Laurentiis

di Redazione ITASportPress

Profondo conoscitore delle vicende del Napoli, essendone un tifoso ma anche un ammiratore del gioco di Sarri, l’ad del Catania Pietro Lo Monaco, nativo di Torre Annunziata, ha detto la sua, ai microfoni di Itasportpress.it, sulla corsa scudetto, titolo ormai sfuggito del tutto ai partenopei che sono crollati nel finale perdendo terreno dalla Juventus.

LE COLPE – “Il Napoli chiude la stagione a zero titoli e ad aver fallito è stata la società che non ha saputo programmare bene -sentenzia Lo Monaco-. Assolvo del tutto la squadra e soprattutto il mister Maurizio Sarri perchè con soli 14 titolari, è riuscito a mettere pressione alla Juventus che a un certo punto sembrava aver perso lo scudetto. Sarebbe stato un miracolo sportivo perchè i bianconeri hanno un organico numericamente più ampio e importante con almeno due o tre ricambi per ruolo e dello stesso livello. Sarri invece non ha avuto per tutto il campionato un terzino sinistro titolare e alla fine ha ripiegato su Mario Rui. Difficile vincere il campionato quando sei persino costretto a far giocare Maggio, un ragazzo encomiabile ma ha 37 anni”.

STRATEGIE – “Arrivare sempre secondi è ormai una costante del Napoli di De Laurentiis. La società aveva due strade in questa stagione: o investire con calciatori dello stesso livello della Juventus e allargare la rosa, oppure acquistare buoni elementi di Serie A sapendo che il gap con i bianconeri non si sarebbe colmato facilmente. De Laurentiis evidentemente ha preferito quest’ultima strada che però non ha dato i suoi frutti. Bastavano 4 elementi importanti a gennaio da inserire in questo organico già buono, e forse lo scudetto sarebbe già a Napoli. Del resto Sarri ha fatto sempre esprimere la squadra ad alti livelli e con un gioco bello da vedersi, ma con questa rosa esigua non poteva inventarsi nulla. Gli infortuni fanno parte del gioco, ma il Napoli non ha mai avuto ricambi all’altezza dei titolari. Non si può dire che De Laurentiis abbia pensato sempre al risparmio perchè dopo l’addio di Higuain i soldi li ha spesi, ma questa volta ha sbagliato strategia e alla fine chi semina raccoglie. Prendere Rog e non Xabi Alonso ad esempio è stato un grave errore”.

TIFOSI – “Capisco la rabbia dei tifosi che alla fine si sono sfogati al San Paolo prendendo di mira la società. Il popolo azzurro è fantastico e riempie sempre lo stadio e a questo scudetto ci avevano anche creduto, ma alla fine si sono sentiti traditi perchè sapevano che questo era l’anno buono per vincere il campionato”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy