Palermo, Musumeci a ISP: “Città non merita questi ribaltoni in panchina”

Palermo, Musumeci a ISP: “Città non merita questi ribaltoni in panchina”

“Belotti è il prototipo di prima punta che mancava in Italia, normale sia corteggiato da tanti”

L’esperienza di Palermo ha fatto conoscere e vivere gente come Dybala, Vasquez e Belotti, capire che questi giocatori sarebbero stati il futuro del nostro calcio. Francesco Musumeci, ex responsabile dello scouting rosanero, conosce bene i ragazzi cresciuti al Palermo e adesso che fanno la fortuna di Juventus e Torino. Ai microfoni di ItaSportPress.it, il direttore sportivo parla del futuro dell’attaccante argentino: “Dybala potrebbe lasciare la Juventus in estate, magari dopo aver rinnovato il contratto. Giocatore che al momento ha una valutazione tra i 65 ed i 70 milioni. Il progetto bianconero è quello di valorizzare i giovani e poi se dovessero arrivare offerte economiche importanti valutarle ed eventualmente fare plusvalenze di un certo spessore. La società bianconera è costantemente a caccia di giovani talenti, vedi adesso le trattative con Orsolini e Favilli dell’Ascoli, oppure Caldara con l’Atalanta. La Juventus ha la forza e la volontà di credere nei giovani, investendo tanto e valorizzando i ragazzi. In Italia solo il Milan è su questa cresta d’onda, vedi Locatelli, Donnarumma, Calabria e gli altri”.

BELOTTI- Belotti è il prototipo di prima punta che in Italia mancava da tempo. Giocatore che in area di rigore non lascia scampo. Grande lavoro del presidente Cairo, insieme al ds Petrachi e Massimo Bava nel prelevarlo dal Palermo per una cifra intorno i 6 milioni, valorizzarlo, rinnovare il contratto e adesso ha un valore spropositato. Inserire la clausola da 100 milioni per l’estero è una mossa importante, in Italia potrebbe scatenarsi un’asta in estate. L’Arsenal è un club attento ai giovani di valore, l’offerta da 65 milioni potrebbe anche andare bene, vediamo che succede”.

PALERMO-“Dispiace che ci sia questa situazione al Palermo. E’ una piazza che non merita questa posizione di classifica e soprattutto questi continui ribaltoni in panchina. Il presidente ha festeggiato 13 anni in rosanero, con 26 allenatori sul taccuino. Il Palermo attualmente non naviga in buone acque, ma la quota salvezza non è così distante”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy