Europa League, Chelsea in finale con l’Arsenal: l’Eintracht si arrende ai calci di rigore

Europa League, Chelsea in finale con l’Arsenal: l’Eintracht si arrende ai calci di rigore

Hazard decisivo dal dischetto, la partita era sull’1-1 dopo i tempo supplementari

di Redazione ITASportPress

Al termine di una partita epica, il Chelsea si prende la finale di Europa League contro l’Arsenal: decisivi i calci di rigori contro l’Eintracht Francoforte, il cui strepitoso cammino si interrompe al penultimo atto della competizione. La gara si era conclusa ai tempi supplementari sull’1-1, proprio come all’andata: gol di Loftus-Cheek nel primo tempo per gli uomini di Sarri, pareggio a inizio ripresa firmato Jovic. Nei supplementari entrambe si avvicinano al colpaccio, ma tutto si è deciso nella lotteria dei rigori: di Hazard quello decisivo, errori per l’Eintracht di Hinteregger e Paciência.

REGOLAMENTARI – La gara inizia bene per l’Eintracht Francoforte, che al 14′ costringe Kepa a un grande intervento su Da Costa per impedire lo svantaggio in casa dopo pochi minuti, il che avrebbe comportato problemi non da poco. Al 23′ intervento decisivo di Trapp sulla girata ravvicinata di Giroud, e pochi minuti dopo il Chelsea passa: spettacolare giocata-con-assist di Hazard, Loftus-Cheek realizza il vantaggio dei blues. È però un altro Eintracht nella ripresa: al 49′ pareggio firmato Jovic, bravo a mettere dentro su suggerimento di Hasebe (errore di David Luiz nell’occasione, che non ha seguito la punta dei tedeschi). Il Chelsea non riesce più a pungere ma tiene bene dietro, così al triplice fischio è 1-1 e si va ai tempi supplementari.

PRIMO SUPPLEMENTARE – La stanchezza nei supplementari si fa sentire, Sarri mette dentro il Pipita Higuain al posto di Giroud per avere più freschezza davanti. Al 97′ errore incredibile di Hasebe, contropiede 5 contro 2 per il Chelsea sciupato proprio dall’ex Milan, che invece di portare avanti il pallone verso Trapp prova a servire un compagno dall’altra parte ma si lascia intercettare il tentativo. Al 105′ pericolosissimi i tedeschi: Haller dal centro dell’area degli inglesi prova il tiro coi tacchetti, Kepa è beffato ma arriva David Luiz sulla linea a salvare tutto. E non è finita: in prossimità del fischio finale del primo supplementare Zappacosta di testa evita il gol ancora ad Haller, scatenato dal suo ingresso in campo (non giocava per infortunio da oltre un mese).

SECONDO SUPPLEMENTARE – L’Eintracht sembra più tranquillo dal punto di vista mentale, il Chelsea appena recupera palla però ha tantissimo spazio davanti a sé, ma non riesce a sfruttare tutte le ripartenze che crea. Al 111′ sfonda Emerson Palmieri sulla sinistra, arriva anche alla conclusione ma para Trapp con qualche difficoltà; poco dopo libera il destro dalla distanza Zappacosta e ancora Trapp ci mette la mano, deviando in calcio d’angolo. Lo stadio è in silenzio, attende con ansia l’esito di una sfida infinita, protratta ai calci di rigore.

CALCI DI RIGORE – La sfida dei nervi, la lotteria dei tiri dal dischetto per decretare la seconda finalista dell’Europa League. Derby inglese come in Champions o sorpresa Eintracht?

La sequenza:

Haller (EF) = Gol
Barkley (C) = Gol
Jovic (EF) = Gol
Azpilicueta (C) = Parato
De Guzman (EF) = Gol
Jorginho (C) = Gol
Hinteregger (EF) = Parato
David Luiz (C) = Gol
Paciência (EF) = Parato
Hazard (C) = Gol

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy