Inter, Skriniar sfida Napoli e Juventus: “Possiamo arrivare secondi. Scudetto? L’anno prossimo…”

Inter, Skriniar sfida Napoli e Juventus: “Possiamo arrivare secondi. Scudetto? L’anno prossimo…”

“Vogliamo lottare per stare in alto”

di Redazione ITASportPress

Presente e futuro dell’Inter. Milan Skriniar, centrale difensivo nerazzurro, ha parlato ai microfoni di Sky Sport a margine della sfida contro la Roma valida per la 33^ giornata di Serie A. Il difensore classe ’95 è pronto a concludere al meglio la stagione in corso con la qualificazione alla prossima Champions League, ma non nasconde l’ambizione futura di vincere lo scudetto, magari a partire dal prossimo anno.

CAMPIONATO – “La sfida con la Roma? Credo sia una partita importantissima, uno scontro diretto da vincere assolutamente: se vinciamo, andiamo a +9 sui giallorossi”. Ma predica anche attenzione e rispetto nei confronti degli avversari, in particolar modo verso Dzeko: “Dzeko è forte, lo dico sempre. Fisicamente è davvero forte e ha un gran tiro di sinistro e di destro: dobbiamo stare attenti e concentrati”. Sulla lotta ai primi posti: “Il Milan? Ha perso tanti punti, però ora si sono ripresi. Noi abbiamo sbagliato con la Lazio, una gara che potevamo vincere, ma ora è passato e guardiamo avanti”.

INTER – Parla anche del gruppo e della situazione dei nerazzurri: “Quando scendo in campo cerco di dare sempre il massimo. Siamo tutti uniti. Questo è il momento di stare concentrati e dobbiamo far vedere che siamo squadra, che siamo un gruppo forte, di uomini forti. L’obiettivo di tutti è quello della Champions. Poi è ovvio, la speranza è di migliorare il piazzamento dell’anno scorso. Siamo terzi ma c’è anche qualche possibilità di arrivare secondi, visto che manca ancora lo scontro diretto con il Napoli”. Ma l’ambizione è quella di trionfare: “Quanto manca per lottare per lo scudetto? Quest’anno tanto, ma dall’anno prossimo vogliamo lottare per stare in alto, dove l’Inter merita di stare”.

DIFENSORI – “Come mi trovo con De Vrij? Tutti siamo migliorati nella fase difensiva. Con Stefan ci troviamo bene, andiamo d’accordo, siamo anche compagni di stanza”. Dalla sintonia con l’ex Lazio al paragone con chi all’Inter ha scritto la storia, Walter Samuel: “Lui era davvero un muro, ma mi fa piacere e mi dà fiducia che venga fatto questo paragone anche dai tifosi. Io punto di riferimento dell’Inter nei prossimi anni? Sono pronto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy