Boca, Tevez: “Non mi piace il calcio in tv. Preferisco scendere in campo”

Boca, Tevez: “Non mi piace il calcio in tv. Preferisco scendere in campo”

L’ex giocatore bianconero intervistato dal Clarìn

di Redazione ITASportPress

Carlos Tevez si è raccontato in una lunga intervista al “Clarin”, partendo dai primi anni di vita trascorsi nel Barrio Ejercito de los Andes, soprannominato “Fuerte Apache”. “E’ stata un’infanzia dura ma eravamo felici. Stavamo sempre a giocare a pallone e ci voleva coraggio perché lì si viveva quello che si vive in tutti i quartieri ai margini: droga, armi e rapine”. Una famiglia umile ma che ha sempre fatto tanti sacrifici: “Vedevo mio padre andare a lavorare alle 6 del mattino e tornare alle 7 di sera, lavorava per darci da mangiare ed è questo l’esempio che bisogna dare ai giovani”.

RIENTRO AL BOCA – Dopo tanti anni in giro per l’Europa, Carlitos è tornato ancora al Boca, con un solo pensiero: “Vincere la Libertadores con la squadra che ami è la sensazione migliore che si possa avere come calciatore. Una finale col River Plate sarebbe il massimo ma prima abbiamo il Palmeiras e pensare ora alla finale sarebbe una mancanza di rispetto”, ha aggiunto Tevez, tutt’altro che felice di seguire il calcio in tv. “Non mi piace, se su un canale danno Barcellona-Real Madrid e su un altro il golf, vedo il golf. Non sono mai stato un appassionato del calcio, a me piace solo giocare, avere la palla fra i piedi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy