Avellino e Catania, respinto il ricorso al TAR per la B

Avellino e Catania, respinto il ricorso al TAR per la B

I campani sono costretti a ripartire dai dilettanti

di Redazione ITASportPress

Nulla da fare per l’Avellino, fallito nei mesi scorsi che dovrà ripartire dalla Serie D. Infatti, dopo i vari processi di appello nella vana speranza di essere riammessi d’ufficio in Serie B, la società campana ha presentato il ricorso al Tar, il cui Tribunale ha però respinto le richieste degli irpini che da questo momento faranno parte della LND, ovvero la Lega Nazionale Dilettanti. Si chiude qui, quindi, questa intricata vicenda con l’Avellino distrutto dopo aver cercato disperatamente di salvarsi ricorrendo ai vari gradi della giustizia, tentando di far valere le proprie ragioni riguardo una presunta inammissibilità della sentenza che ha decretato il fallimento del club. A questo punto, l’Avellino riparte dalla Serie D, ma non è ancora finita per quando concerne un possibile risarcimento a livello economico: ultima speranza in questo senso il Consiglio di Stato.Il Tar del Lazio ha detto no anche ad alcuni tifosi-abbonati del Calcio Catania che si erano rivolti ai giudici amministrativi per sollecitare la sospensione della delibera n. 47 assunta il 13 agosto scorso dalla Figc in tema di predisposizione del campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy