Cristiano Ronaldo: «Non ho violentato nessuno, lo stupro è un crimine abominevole»

Cristiano Ronaldo: «Non ho violentato nessuno, lo stupro è un crimine abominevole»

Ad accusarlo è una donna americana che sostiene che nel 2009 il portoghese la stuprò a Las Vegas

di Redazione ITASportPress

«Attendo con ansia il risultato di eventuali indagini e processi, perché nulla pesa sulla mia coscienza. Nego fermamente le accuse emesse contro di me. Lo stupro è un crimine abominevole che va contro tutto ciò che sono e tutto ciò in cui credo. Mi rifiuto di alimentare lo spettacolo mediatico creato da persone che cercano di promuovere solo se stesse a mie spese». Così Cristiano Ronaldo, su Twitter, commenta la notizia delle accuse a suo carico negli Usa da una donna per dei fatti che risalgono al 2009. A uscire allo scoperto dopo anni di silenzio è stata Kathryn Mayorga che ha contattato i giornalisti tedeschi di Der Spiegel per raccontare quanto accaduto decisa a riaprire il caso, per il quale sarebbe stato pagato il suo silenzio. I fatti risalgono al 12 giugno del 2009. Kathryn Mayorga conobbe il calciatore in un night di Las Vegas, dove il portoghese era in vacanza con il cugino e il cognato. La ragazza americana, oggi 34enne, ha spiegato che l’aggressione è avvenuta la stessa sera nella stanza d’albergo del fuoriclasse, prima in bagno e poi in camera.

mlwebvkl

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy