Clamoroso, Crudeli svela un retroscena su Donnarumma: “Ha un accordo con un altro club”

Clamoroso, Crudeli svela un retroscena su Donnarumma: “Ha un accordo con un altro club”

L’incredibile rivelazione del noto giornalista rossonero

di Redazione ITASportPress

Gianluigi Donnarumma e la tifoseria rossonera sono, di nuovo, ai ferri corti. Un chiaro segnale è stato il rifiuto della maglia del portierone classe 1999: al termine della gara contro l’Atalanta, Gigio si era avvicinato alla curva capeggiata dagli ultras milanisti e aveva lanciato la maglietta ai tifosi che, però, l’hanno rifiutata.

Durante un’intervista ai microfoni di Garrisca al Vento!, trasmissione di RMC Sport (curata e realizzata da FirenzeViola.it), Tiziano Crudeli, noto giornalista di fede rossonera, ha affrontato diversi argomenti, tra cui il futuro dell’estremo difensore di Castellammare di Stabia.

DONNARUMMA – “Non me lo immagino più nel Milan perché a mio avviso è già in un altro club europeo ad una cifra più alta dei 6 milioni di ora e credo quindi che andrà via. Tanto che è già stato preso Reina per far crescere gli altri portieri rossoneri più giovani, Gabriel e Plizzari, per tornare poi sul mercato”.

FIORENTINA – “E’ stato detto già molto su Astori, nato e cresciuto nel settore giovanile del Milan. Pur non avendolo frequentato l’ho visto crescere calcisticamente e sono molto dispiaciuto. Tornando invece al piano tecnico la Fiorentina è un’incompiuta. Se penso a Chiesa e Simeone sono due giocatori che possono fare la differenza ma sono giovani e i giovani sono altalenanti. In una gara sono decisivi, in un’altra non incidono. Per essere competitivi però ci vuole anche un reparto solido, 41 gol subiti dai viola sono troppi, così come quelli del Milan e in attacco sono poco più di 50 i gol segnati perciò ci vuole più equilibrio tra i reparti”.

KALINIC – “Si dice venga ceduto. Il Milan non ha un gioco congeniale al croato. Ha faticato ad inserirsi e non sta lasciando una traccia definita a differenza di quanto fatto nella Fiorentina dove ha segnato tanti gol. Chi porterei a Milano dalla Fiorentina? Simeone e Chiesa perché in prospettiva di grandissimo rendimento e possono incidere”.

FUTURO – “Cosa prevedo per il Milan del futuro? La conditio sine qua non il rafforzamento dell’organico. In estate ha speso troppo per alcuni giocatori che non hanno reso, altri si sono infortunati, ma Gattuso ha fatto un buon lavoro a mio avviso e nel girone di ritorno sarebbe al terzo posto con i suoi 36 punti. Però non può competere ad alti livelli se non viene adeguatamente rinforzato”.

BENEVENTO-MILAN, SEGNA BRIGNOLI: CRUDELI FURIBONDO

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy