Sampdoria, Giampaolo: “Quagliarella? E’ motivato, ma accetti il cambio”. E sul match…

Sampdoria, Giampaolo: “Quagliarella? E’ motivato, ma accetti il cambio”. E sul match…

Le parole del mister blucerchiato dopo la sfida contro la Spal, vinta per 2-1

di Redazione ITASportPress

“Oggi contava trovare la vittoria. Potevamo gestirla meglio, ma non avevamo le risorse per farlo. Era la quinta partita in 15 giorni. Alla fine abbiamo perso un po’ il palleggio ma poteva starci. Risposte incoraggianti da parte di tutti i giocatori. Forse potevamo far meglio con chi è subentrato e non ho apprezzato molto i minuti finali. Avremmo avuto una classifica ancora migliore se non si fossero verificati alcuni episodi nei finali. Stasera la squadra è stata sempre sul pezzo”. Così Marco Giampaolo, mister della Sampdoria al termine del match contro la Spal, sul campo di Marassi.

Su Quagliarella: “Fabio è forte con lui dovrò giocare 38 partite. Poi potrà non essere contento della sostituzione. Ma io devo far crescere tutti i miei ragazzi. Non mi sorprenderei se Mancini lo convocasse in Nazionale, è un gran giocatore, un assist-man, sarebbe per lui un regalo straordinario. Lui è il nostro punto di riferimento e il nostro capitano, essere motivato è importante, ma lo è altrettanto che accetti le sostituzioni”, ha aggiunto Giampaolo in riferimento al malumore evidente dell’attaccante napoletano dopo il cambio.

Su Jankto: “Essendo abituato a giocare in questo momento gli sto preferendo altri ed è un po’ in difficoltà, ma non deve abbassare la guardia, deve stare sul pezzo. Deve crescere e devo avere a disposizione un giocatore che c’è mentalmente e non che subisce l’esclusione. Lui ha qualità e comunque è una risorsa per noi”, ha spiegato il mister a Sky Sport.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy