Scandalo Cheerleader: costrette a posare senza reggiseno e poi notte hard con uomini

Scandalo Cheerleader: costrette a posare senza reggiseno e poi notte hard con uomini

Le cheerleaders dei Washington Redskins hanno già fatto scattare la denuncia per molestie sessuali

di Redazione ITASportPress

Obbligate a posare senza reggiseno per un servizio fotografico e poi accompagnare in discoteca gli sponsor di sesso maschile per una notte bollente. L’indiscrezione arriva dal New York Times. Secondo il media americano, le cheerleaders dei Washington Redskins, una delle franchigie NFL più prestigiose, sarebbero state costrette, durante un viaggio in Costa Rica nel 2013, a momenti di forte imbarazzo. Oltre alla foto, alcune sarebbero state “invitate” ad accompagnare alcuni rappresentanti di importanti sponsor in discoteca. Dura la reazione della franchigia che ha pubblicato un comunicato ufficiale, spiegando come il programma cheerleaders dei Redskins “… è uno dei migliori dell’intera NFL, a livello di partecipazione, professionalità e servizi alla comunità”. Le cheerleader non sarebbero state nemmeno pagate. “E ‘solo scorretto mandare le cheerleaders di notte con uomini strani – ha affermato una di loro al Times. Il club americano ha respinto le accuse ma nel mese precedente, due ex cheerleaders hanno intentato azioni legali contro la Lega per discriminazione, molestie sessuali, pagamenti insufficienti e straordinari non pagati, tra le altre cose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy