Serie C, tre club spacciati. Ripescaggi: per la B è lotta a due Catania è out

Serie C, tre club spacciati. Ripescaggi: per la B è lotta a due Catania è out

Nessuna speranza di ripescaggio anche per il Novara

di Redazione ITASportPress

Il vento Covisoc ieri sera ha spazzato via molte società in Serie C e sono tre i club che sembrano ormai tagliati fuori per l’iscrizione al campionato. Out Bassano (si è accorpato da tempo con il Vicenza) e Mestre (riparte dall’Eccellenza), non ci sono speranze per Fidelis Andria e Lucchese. Spazio dunque ai ripescaggi che regaleranno sogni e speranze a qualche tifoseria. Dalla prossima settimana si potranno presentare le domande di ripescaggio che saranno attuati in base ai criteri della Figc.

Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, per la Serie B è lotta a due Siena-Ternana con i toscani davanti (dietro Novara e Catania, non ripescabili), ma se saltano sia Bari che Cesena il problema non si pone e salgono entrambe. Invece in Serie C al momento ci sono cinque squadre pronte a subentrare: secondo i criteri e le graduatorie, i posti nell’ordine vanno a una seconda squadra (Juventus B), una retrocessa (Prato, le altre non sono ripescabili), una della D (Cavese), un’altra seconda squadra (Milan B) e un’altra della D (Como). Se ci fossero altri posti, o si cerca un’altra seconda squadra (Roma B?), o un’altra della Serie D (Imolese?). In ballo c’è anche il Santarcangelo che – pur non essendo ripescabile – rivendica una riammissione per il posto lasciato libero dal Bassano: Fabbricini ha già respinto un’istanza del club, che però intende ricorrere e proseguire nella battaglia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy