Cristina Pensa: “Dopo la morte del mio ex Senna il matrimonio con Gullit si incrinò”

Cristina Pensa: “Dopo la morte del mio ex Senna il matrimonio con Gullit si incrinò”

L’ex compagna di Senna e Gullit si è confessata negli studi di Rai Uno ospite di Caterina Balivo

di Redazione ITASportPress

Cristina Pensa, ex compagna di Ruud Gullit e anche del compianto pilota di F1 Ayrton Senna, oggi ospite della Rai nel programma di Caterina Balivo “Vieni da me” ha raccontato la sua breve avventura con lo sfortunato brasiliano deceduto a Monza: “Avevo 20 anni quando l’ho visto per la prima volta. Lui era ancora in Lotus, era alle prime armi. Aveva degli occhi sinceri, non vedevo un ragazzo malizioso, allora mi sono lasciata andare -riporta Leggo.it-”. Cristina racconta anche che Senna aveva in qualche modo previsto il suo incidente: “Si è lasciato andare con me a Imola, nel febbraio del 90’ alle prove con la McLaren. Mi ha detto “Ho bisogno di parlarti, ho un brutto presentimento, sento che non vivrò a lungo”. Sul divanetto della nostra camera c’era un libro con la storia di Gilles Villeneuve, io ho chiesto spiegazioni a Senna e lui mi ha risposto “Era un grande pilota, ma penso che questa sarà anche la mia fine”. L’ho lasciato, a 22 non me la sentivo di fare quella vita”.

GULLIT – “Ho continuato a fare la modella e ho incontrato Gullit. Quando stavo per sposarmi con Ruud, mi è arriva la notizia della morte di Senna. Io sono rimasta sconvolta. Gullit si arrabbiò per questo ma ci sono state troppe dicerie sulla questione. Io mi sono appoggiata tantissimo a lui dopo la morte di Ayrton. A Ruud ho dato la sensazione di essere ancora innamorata di Senna, il nostro matrimonio si è incrinato anche per questo”. La porta del suo cuore però è sempre aperta: “La mia porta è sempre aperta e tu lo sai, mi spiace per i misunderstanding che ci sono stati e per i nostri ragazzi che ti amano. Il passato è passato, guardiamo avanti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy