Fermana, dg Conti: “Per il nostro calcio meglio un Catania in B che una Juve o Milan 2”

Fermana, dg Conti: “Per il nostro calcio meglio un Catania in B che una Juve o Milan 2”

La decisione della Figc di partire subito con le seconde squadre fa discutere

di Redazione ITASportPress

Alessandro Costacurta, vice commissario della FIGC, ha di fatto ufficializzato attraverso alcune dichiarazioni alla rivista Undici l’ingresso in Lega Pro, a partite dal prossimo anno, delle seconde squadre. A tal proposito la redazione di TuttoMercatoWeb.com ha contattato il direttore generale della Fermana Fabio Massimo Conti: “Non credo che le riforme fatte nel giro di 15 giorni siano per forza positive. Per fare una riforma di questa importanza ci sarebbe voluto un anno di studio per capirne la fattibilità. Ad esempio il fatto che queste squadre possano essere promosse o retrocesse è un aspetto importante sul quale riflettere. Per il nostro movimento calcistico credo che sia più importante che vengano promosse in Serie B realtà come Catania, Lecce, Padova, Livorno o Reggiana che rappresentano realtà storiche, anziché le seconde squadre di Milan o Juventus. E poi, a mio modo di vedere, ci sono molte domande senza risposta. Ad esempio in caso di retrocessione in Serie D di una seconda squadra i calciatori si svincoleranno come accade di consueto? Oppure con l’ingresso delle seconde squadre per le realtà di Serie C verranno a mancare gli introti derivanti dalle valorizzazioni dei giovani in prestito: la Federazione ha pensato a come sostituire tale liquidità? Attraverso la mutualità? Oppure con i diritti tv? Magari ci hanno pensato, ma noi non ne sappiamo niente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy