Serie C, boom di domande per l’iscrizione ma molte sono incomplete. Ecco i club a rischio

Serie C, boom di domande per l’iscrizione ma molte sono incomplete. Ecco i club a rischio

Situazione allarmante in C come sempre visto che ci sono pochi contributi per le società

di Redazione ITASportPress

Non tutte le società di Serie C sono riusciti entro ieri a presentare in Lega a Firenze la domanda di iscrizione al prossimo campionato. Sorpresa in positivo per il Mestre che dopo una lettera al presidente Gravina di addio alla C alla fine ha presentato tutta la documentazione. Un isola felice in un mare di problemi. Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, una collezione di penalità attende alcuni club di C che ieri hanno comunque inviato la domanda di iscrizione. Il caso più eclatante è la Reggiana dei Piazza, che hanno annunciato la smobilitazione ma iscritto la società – solo la domanda, senza la certificazione del pagamento degli stipendi e del deposito della fideiussione – per consentirle di trovare nuovi acquirenti. Molto compromessa anche la Juve Stabia, iscritta senza fideiussione per lo stesso motivo: trovare qualcuno che le consenta di sopravvivere. Domande incomplete anche da Cuneo e Fidelis Andria, entrambe senza fideiussione, mentre il Pro Piacenza appena passata al patron della Seleco non ne avrebbe avuto il tempo. La Lucchese, invece, ha depositato la fideiussione ma non ha pagato gli stipendi fino a maggio. Domande complete per tutte le altre, anche se sono stati giorni di passione pure per Arezzo, Trapani e Siracusa (in procinto di passare al patron del Troina). Sarà come sempre un’estate ricca di colpi di scena e tanta ma tanta sofferenza per i tifosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy