Vicenza, futuro sempre più nero: seconda asta fallimentare andata deserta

Vicenza, futuro sempre più nero: seconda asta fallimentare andata deserta

Il prezzo base dell’asta era rimasto invariato: un milione e 470mila euro, che scendeva a 1,1 milioni in caso di retrocessione in serie D

di Redazione ITASportPress

Sempre più nero il futuro del Vicenza. Secondo quanto riferisce il portale trivenetogoal.com, infatti, alle ore 12:00 si è conclusa la seconda asta per la vendita fallimentare del club, che è nuovamente andata deserta: nessuna offerta è stata presentata per l’acquisizione della società, anche se note ufficiali saranno diramate in giornata. Ci dovrebbe quindi essere una terza asta, intorno al 26 maggio, e qui si dovrà capire se verrà abbassato il prezzo di base. «Non è stata depositata alcuna busta». Sono passate da pochi minuti le 12 di giovedì quando il curatore fallimentare Nerio De Bortoli, dopo aver parlato per poco con il giudice Giuseppe Limitone, annuncia che anche la seconda asta per l’acquisizione del Vicenza Calcio è andata deserta. Il prezzo base dell’asta era rimasto invariato: un milione e 470mila euro, che scendeva a 1,1 milioni in caso di retrocessione in serie D.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy