Italia, spiraglio ripescaggio: si fa il “tifo” per le guerre civili

Italia, spiraglio ripescaggio: si fa il “tifo” per le guerre civili

I tifosi azzurri impazziscono sui social: ci si aggrappa all’articolo 7 del regolamento ufficiale della FIFA

Commenta per primo!

Siamo sicuri che l’Italia non sarà andrà al prossimo Mondiale? Sul campo gli azzurri non sono riusciti a staccare il pass per 2018, ma resta una remota possibilità di essere ancora protagonisti e la fornisce l’articolo 7 del regolamento ufficiale della FIFA: “Qualora un’associazione (delle 32 nazionali qualificate) si ritiri o sia esclusa dalla gara, il comitato organizzatore della FIFA deciderà sulla questione a propria discrezione e prenderà qualsiasi azione ritenuta necessaria. Il comitato organizzatore della FIFA può in particolare decidere di sostituire l’associazione in questione con un’altra associazione”.

articolo 7 fifa

La Federazione internazionale, quindi, sceglierà eventualmente la squadra che potrebbe essere ripescata visto che è il Comitato Organizzatore ad avere pieni poteri su una scelta, a prescindere da classifiche, qualificazioni o ranking (la formazione di Gian Piero Ventura è la migliore seconda dei 9 gruppi europei a non essere qualificata), comunque legata a guerre civili o a pesanti questioni sociali in nazioni come Arabia Saudita, Corea del Sud, Egitto, Iran o Nigeria. La possibilità è remota, ma c’è un precedente: nel 1992 la guerra nei Balcani non permise alla Jugoslavia di partecipare agli Europei e la sua sostituta, ovvero la Danimarca, si laureò poi campione.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy