Zaccheroni: “Croazia? Ricorda l’Italia. Messi arrogante, è la delusione del Mondiale”

Zaccheroni: “Croazia? Ricorda l’Italia. Messi arrogante, è la delusione del Mondiale”

“Credo che il Pallone d’Oro potrebbe andare a Mbappé”

di Redazione ITASportPress

Russia 2018 raccontato da Alberto Zaccheroni, uno che in carriera ha disputato il Mondiale di Brasile 2014 alla guida del Giappone.

Ecco quanto dichiarato dal 65enne tecnico di Meldola ai microfoni di “Tutti Convocati”, programma in onda sulle frequenze di Radio 24:

FINALE – “Ieri mi è piaciuta di più la Croazia e in generale la Francia non ha offerto un grande gioco, ma ha tantissimi talenti. Comunque non mi aspettavo una finale tra queste due squadre. Il rigore? Per me non c’era, è la palla che va verso il braccio di Perisic e non il contrario. Sul terzo e il quarto gol Subasic non si è proprio mosso, secondo me non stava bene: durante la partita l’ho visto toccarsi la gamba”.

PARAGONE – “Solitamente le squadre dell’ex Jugoslavia mancano di chimica, invece questa volta la Croazia si è unita attorno ai guai della federazione, come l’Italia del 1982 e del 2006”.

POGBA – “Ho sempre negli occhi il Pogba della Juventus che le cose migliori le faceva nella metà campo offensiva, ma con la Francia è stato costretto a frenarsi per dare equilibrio alla squadra”.

PALLONE D’ORO – “Credo che il Pallone d’Oro potrebbe andare a Mbappé, ma se avesse vinto la Croazia la finale lo avrebbe vinto Modric”.

MESSI – “E’ la delusione del Mondiale, non ha mai l’atteggiamento del giocatore che deve dare l’esempio, spesso mi ha dato l’impressione di essere arrogante. Non si è dato da fare, capisco l’abitudine a una squadra straordinaria come il Barcellona, ma con l’Argentina doveva rimboccarsi le maniche e sporcarsi le mani. E’ un Messi diverso da quello del club”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy