Atalanta, Caldara ai saluti: “02-10-2016. Tutto è iniziato quel giorno”

Atalanta, Caldara ai saluti: “02-10-2016. Tutto è iniziato quel giorno”

Il difensore si prepara al passaggio alla Juventus

di Redazione ITASportPress

Mattia Caldara prepara le valigie per il suo prossimo viaggio, direzione Torino. Obiettivo raggiunto con la maglia dell’Atalanta: Europa League conquistata dopo il pareggio casalingo contro il Milan. Due stagioni da protagonista a Bergamo e una maglia, quella della Juventus, pronta ad essere indossata. Con un messaggio su Instagram, il centrale classe ’94, saluta quella che è stata la sua città e ringrazia tifosi e società per l’affetto dimostratogli.

IL MESSAGGIO – Parole sincere, quelle del difensore di Bergamo. Capitano per una sera nella sfida di ieri e pronto ad una nuova avventura con la maglia bianconera. Ecco il suo saluto e i suoi ringraziamenti alla città, ai suoi tifosi e alla società del presidente Percassi: “2-10-2016.Tutto è iniziato quel giorno, una partita indimenticabile che ha cambiato la mia vita e la nostra stagione. In questi due anni abbiamo condiviso gioie e sconfitte, ma non è mai mancato il vostro supporto che ci ha spinti fino a qui. Ieri ho avuto la fortuna di indossare la fascia di capitano, è stato emozionante e spero di averla onorata. Tante persone mi hanno scritto ringraziandomi per la stagione ma in realtà sono io a volervi ringraziare per l’affetto che mi avete sempre dimostrato. Ho avuto la fortuna di crescere in una società che mi ha sempre aspettato anche quando sembrava non fossi pronto a questi palcoscenici. Il merito va alla famiglia Percassi e a tutti gli allenatori che mi hanno aiutato in questa mia crescita e che non smetterò mai di ringraziare. Mattia”.

2-10-2016 Tutto è iniziato quel giorno , una partita indimenticabile che ha cambiato la mia vita e la nostra stagione. In questi due anni abbiamo condiviso gioie e sconfitte, ma non è mai mancato il vostro supporto che ci ha spinti fino a qui. Ieri ho avuto la fortuna di indossare la fascia di capitano, è stato emozionante e spero di averla onorata. Tante persone mi hanno scritto ringraziandomi per la stagione ma in realtà sono io a volervi ringraziare per l’affetto che mi avete sempre dimostrato. Ho avuto la fortuna di crescere in una società che mi ha sempre aspettato anche quando sembrava non fossi pronto a questi palcoscenici. Il merito va alla famiglia Percassi e a tutti gli allenatori che mi hanno aiutato in questa mia crescita e che non smetterò mai di ringraziare. Mattia

A post shared by Mattia Caldara (@mattiacaldara) on

Caldara pronto per la Juventus

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy