Atalanta, Percassi: “Coppa Italia? Sarebbe bello riportarla a casa. Su Gasperini e il mercato…”

Atalanta, Percassi: “Coppa Italia? Sarebbe bello riportarla a casa. Su Gasperini e il mercato…”

“Quanto valgono Zapata e Ilicic? Valgono un pò di più di quando li abbiamo acquistati”

di Redazione ITASportPress

Il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ha parlato sulle frequenze di Radio 1 durante la trasmissione Radio Anch’Io Sport. Il numero uno della Dea si gusta l’ottimo momento dei suoi e spera di poter portare a termine la stagione nel migliore dei modi, magari raggiungendo un grande obiettivo.

SOGNARE – “Coppa Italia o arrivare quarti? Il primo traguardo per noi è la salvezza. Dopo averla raggiunta penseremo a cosa succederà e a quello che arriverà. Siamo molto contenti, che sia andare in fondo alla Coppa o arrivare in zona Europa. Cosa sceglierei? L’Atalanta ha vinto nel ’63 la Coppa. Ci piacerebbe riportarla a casa. Anche qualificarsi alla Champions sarebbe fantastico. Il segreto dell’Atalanta? Da otto anni lavoriamo e facciamo una grande programmazione e continuiamo a seguire la nostra strategia”.

A VITA – “A vita all’Atalanta? Da noi si è creato un rapporto molto intenso e solido. Noi come famiglia siamo molto legati a Bergamo e all’Atalanta. Ce l’abbiamo nel cuore e speriamo di saperla gestire bene anche in futuro. Se Gasperini ricevesse un’offerta dall’estero? Non voglio sentire queste cose. Io lo vorrei davvero per sempre qui. Il Ferguson di Bergamo? Sì, è uno che ha espresso la sua gioia di allenare qui. Tra noi c’è un grande feeling”.

RICORDO – “Come si batte la Juventus? Quella è stata una serata particolare (ride ndr). Hanno avuto qualche problema tra i difensori. Sicuramente stanno lavorando per la Champions League dato che il campionato, secondo me, l’hanno già vinto”.

MERCATO – “Quanto valgono Zapata e Ilicic? Valgono un pò di più di quando li abbiamo acquistati. Molto di più? Sicuramente di più (ride ndr)”. “Pochi italiani in campo? A Cagliari neppure un italiano. La nostra Primavera è prima in campionato quindi il settore giovanile funziona bene. L’80% sono italiani”.

FINE STAGIONE – “Nella corsa agli obiettivi conta più la testa o il fisico? Conta molto il fisico, la stanchezza. Noi all’inizio abbiamo perso molto all’inizio, sia fisicamente che mentalemente. Gli impegni in mezzo alla settimana portano via energie importanti. Milan sabato prossimo? Sono sempre più forti e completi. Vediamo…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy