Atalanta, Toloi: “Vedrete che partita. Ci qualificheremo così…”

Atalanta, Toloi: “Vedrete che partita. Ci qualificheremo così…”

“Se giochiamo come sappiamo, passeremo noi”

di Redazione ITASportPress

Dopo il pareggio in casa per 2-2 nella gara d’andata, l’Atalanta cerca il passaggio nel secondo turno di qualificazione all’Europa League contro il Sarajevo. A caricare l’ambiente è Rafael Toloi, difensore nerazzurro, che in un’intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport ha spiegato i problemi avuti nella prima partita e promette ben altra prova da parte dei suoi nella sfida di questa sera.

ANDATA – “Siamo solo un po’ calati nel secondo tempo dopo un ottimo inizio. Abbiamo giocato bene, creato tanto e poi abbiamo incassato due gol su due tiri. All’andata abbiamo avuto tante occasioni, segnando il terzo gol sarebbe stato tutto diverso. In fase difensiva dobbiamo fare più attenzione sulle ripartenze e sui calci piazzati”. “Ha pesato la condizione fisica all’andata? Non mi piace lamentarmi della condizione atletica. In ritiro abbiamo lavorato bene. Col Sarajevo la gara è cambiata dopo il loro primo gol. Il pareggio, però, è stato casuale: un mezzo rimpallo, la palla si è alzata in modo strano e non sono riuscito a intervenire. Comunque è un insegnamento prezioso: nel calcio cambia tutto velocemente, basta un minuto e una partita che sembra chiusa torna in discussione”.

PASSAGGIO DEL TURNO – “Possiamo qualificarci. E faremo una grande partita. In fase offensiva dobbiamo essere più precisi nell’ultimo passaggio e nella finalizzazione, ma in assoluto la cosa più importante è fare il nostro gioco”. “Paura di rovinare il lavoro di una stagione? Paura no, però sappiamo che è una partita decisiva. Dobbiamo avere fiducia in noi stessi”.

MANCINI COME CALDARA – “Sì, ha molta qualità ed è forte fisicamente. Da centrale in una difesa a tre serve anche colpo d’occhio. È un ragazzo sereno e serio, farà molto bene”. “Sorpreso da Caldara ceduto al Milan? Un po’, ma non conosco i motivi. So però che Mattia ha qualità incredibili e diventerà uno dei più forti del mondo”.

RONALDO – “Confronto con CR7? Bellissimo: il 26 dicembre ci sarà una splendida atmosfera nel nostro stadio. Ronaldo farà crescere il livello della Serie A, porterà molto interesse. E poi io completerò la mia collezione: ho giocato contro Ronaldo il Fenomeno (Goias-Corinthians) e contro Ronaldinho (San Paolo-Atletico Mineiro). Adesso tocca a CR7”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy