Cagliari, Ionita: “Il mio gol? Ad essere sincero non avrei dovuto trovarmi in area…”

Cagliari, Ionita: “Il mio gol? Ad essere sincero non avrei dovuto trovarmi in area…”

Artur Ionita è tornato così ad iscrivere il suo gol nel tabellino dei marcatori

di Redazione ITASportPress

Una rete che è valsa un buon pareggio del Cagliari a Ferrara che ha rotto un lungo digiuno in campionato, durato oltre un anno. Artur Ionita è tornato così ad iscrivere il suo gol nel tabellino dei marcatori. “Far gol non è proprio il mio mestiere, ma come a tutti i giocatori mi fa piacere segnare. Mi mancava, ma ho sempre avuto la pazienza e la testa per continuare a lavorare: ora spero di metterne a segno anche altri. Una dedica? Al Presidente, che ha avuto anche lui tanta pazienza, e alla squadra. Oggi è stato un punto ottenuto col lavoro di tutti”.

IL GOL E LA POSIZIONE TATTICA – “Ad essere sincero non avrei dovuto trovarmi in area in quel momento: Padoin era alto con la palla, dovevo coprirlo. Però a quel punto ormai c’ero, mi sono buttato avanti, Simone è stato bravissimo a passarmela bassa: ho visto che il difensore arrivava in velocità, l’ho evitato con una finta e poi di sinistro ho tirato, è andata bene”.

LA RICERCA DELLA VITTORIA – “Dopo il 2-2 abbiamo anche cercato di vincerla: la mentalità deve essere questa, provarci sino alla fine e migliorare in ogni partita, c’è sempre qualcosa da imparare”.

UN PUNTO MERITATO – “Non siamo partiti bene ma proprio nel momento di difficoltà è uscito fuori il valore della squadra. Abbiamo avuto la forza di raddrizzare una situazione non semplice, penso che sia un punto meritato. Il nostro obiettivo non deve cambiare: prima di tutto la salvezza poi, ottenuta quella, potremmo anche pensare a qualcosa di più prestigioso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy