Chievo, caso plusvalenze: sentenza dopo Ferragosto

Chievo, caso plusvalenze: sentenza dopo Ferragosto

Processo bis alla società di Campedelli

di Redazione ITASportPress

In casa Chievo Verona è nuovamente caos per il caso plusvalenze. Nuovo deferimento e nuovo processo, ma per sapere l’esito della sentenza occorrerà attendere dopo Ferragosto. Intanto il Crotone spera di tornare in Serie A e il presidente dei calabresi Gianni Vrenna lancia pesanti accuse ai clivensi e chiede il rinvio delle prime due gare di A.

SI RICOMINCIA –  Altro deferimento e nuovo processo per il Chievo di Campedelli per le plusvalenze fittizie  dopo che il Tribunale federale aveva dichiarato improcedibile il precedente atto di accusa firmato dalla procura guidata da Giuseppe Pecoraro, per la mancata presa in considerazione della richiesta di audizione del presidente Luca Campedelli. Come scrive La Gazzetta dello Sport, il massimo dirigente, ammalato, ha presentato un certificato medico per giustificare la sua assenza dall’audizione prevista per la giornata di martedì. Esauriti i nuovi termini concessi alla difesa, ecco un nuovo deferimento per Campedelli e gli altri dirigenti incolpati (Piero Campedelli, Giuseppe Campedelli, Michele Cordioli, Antonio Cordioli), e per il Chievo, per responsabilità diretta e oggettiva.

SENTENZA – L’obiettivo è una sentenza di primo grado subito dopo Ferragosto, prima della partenza del campionato di Serie A. L’accusa è sempre la stessa: condotte finalizzate a far apparire un Patrimonio Netto superiore a quello esistente alla fine di ciascun esercizio, così da ottenere l’iscrizione al campionato. Per lo stesso motivo, il Cesena era stato condannato a 15 punti di penalizzazione nel 2018-19. Il processo dovrebbe ripartire da questo rischio per il club veronese.

CROTONE – Chi si sente parte lesa e spera di essere richiamato in Serie A è il Crotone che nella giornata di ieri tramite il massimo dirigente ha rilanciato pesanti accuse facendo anche una richiesta specifica: il rinvio delle prime due gare del Chievo in A e la prima del Crotone in B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy