Chievo, Giaccherini che attacco a Sarri: “Anche se ti allenavi bene, sapevi che non avresti giocato…”

Chievo, Giaccherini che attacco a Sarri: “Anche se ti allenavi bene, sapevi che non avresti giocato…”

“Non avevamo un buon rapporto, era integralista”

di Redazione ITASportPress

Ospite della Domenica Sportiva, in onda su Rai 2, Emanuele Giaccherini, centrocampista offensivo del Chievo, con un passato anche alla Juventus e al Napoli, ha parlato del suo passato in maglia partenopea non risparmiando qualche frecciata all’ex tecnico Maurizio Sarri. Poi si è soffermato sulla lotta scudetto e le differenze tra l’allenatore toscano e Carlo Ancelotti, attuale mister azzurro.

STOCCATA – “Se avrei giocato al Napoli adesso che c’è Ancelotti? Sicuramente. Ora Ancelotti sta usando tutta la rosa, il Napoli ha dimostrato anche in Champions di meritare di passare. In campionato è molto difficile tenere il passo della Juventus, lui sfrutta tutta la rosa mentre magari Sarri era più integralista”, ha detto il centrocampista del Chievo. Che poi ha aggiunto: “Noi ci allenavamo bene, ma anche se lo facevi già sapevi che domenica non avresti giocato. Il nostro rapporto non era dei migliori, poi lui faceva le sue scelte in base a quello che credeva giusto”.

JUVENTUS – Da ex juventino, il classe 1985 ha commentato anche il recente derby della Mole, deciso dal rigore di Ronaldo: “CR7? È di un altro pianeta, quando riceve palla vedi che è diverso da tutti gli altri. Il gesto nel derby? Non è stato un bel gesto, magari arrivava di slancio. Ho sentito degli ex compagni come Chiellini e mi hanno detto che è un bravissimo ragazzo”. Poi sul gol segnato alla Juventus alla prima uscita stagionale ha detto: “Perché non ho esultato? La Juventus mi ha dato tanto, ci sono stato per un po’ e le sarò sempre grato, non me la sentivo di esultare. Ho esultato l’anno scorso a Bologna e ho preso un sacco di insulti…”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy