Chievo, la storia di Musa Juwara: dallo sbarco in Italia alla lista della Next Generation 2018

Chievo, la storia di Musa Juwara: dallo sbarco in Italia alla lista della Next Generation 2018

L’esterno della Primavera veronese tra i migliori talenti nati nel 2001

di Redazione ITASportPress

Poche gioie per il Chievo in questa stagione. La penalizzazione subita per il caso plusvalenze, poi l’esonero del tecnico D’Anna. Ma adesso, la società del presidente Campedelli può sorridere e gioire per un traguardo molto particolare. Infatti, nell’annuale lista stilata dal The Guardian sui migliori 60 giocatori nati nel 2001, è presente anche un giocatore dei gialloblù: l’esterno Musa Juwara titolare della Primavera. Ma il fatto che rende tutto ancora più incredibile, è la particolare storia del giovane calciatore che è passato da mille difficoltà prima di poter realizzare il proprio sogno di giocare a pallone.

FAVOLA – Musa Juwara fa l’attaccante e la sua storia è ricca di colpi di scena ad iniziare dal suo arrivo in Italia. Il giocatore, originario del Gambia, ha dovuto affrontare mille difficoltà: nel 2016, infatti, i genitori biologici gli hanno fatto attraversare l’Africa per consentirgli di imbarcarsi su uno dei gommoni della disperazione carichi di immigrati diretti in Italia. Musa è sbarcato in Sicilia il 10 giugno 2016 ed è solo uno dei 25mila minori non accompagnati arrivati nel nostro Paese in quell’anno. Fortunatamente, per lui, dopo lo sbarco il ragazzo è stato mandato dalle autorità a Potenza dove fra un lavoretto e l’altro ha iniziato a giocare per la Virtus Avigliano. Il calcio è stato la sua fortuna perchè dando calci ad un pallone ha trovato anche una famiglia, quella dell’allenatore Vitantonio Summa, che lo ha adottato prima in campo e poi fuori diventandone tutore legale. Adesso, Juwara è addirittura nella lista della Next Generation 2018, tra i 60 talenti nati nel 2001. Con la squadra Primaversa del Chievo ha anche già trovato ben 8 gol nelle prime 15 partite disputate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy