Crotone, Vrenna: “Non condivido la decisione di Nicola. Nessuna ingerenza tecnica”

Crotone, Vrenna: “Non condivido la decisione di Nicola. Nessuna ingerenza tecnica”

Il presidente rossoblu spiega la scelta di Davide Nicola che quest’oggi ha rassegnato le proprie dimissioni

Commenta per primo!

Gianni Vrenna, presidente del Crotone, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo aver accettato le dimissioni del tecnico Davide Nicola; queste le sue parole: “Le dimissioni di Nicola era una cosa che non ci aspettavamo. Ho sempre detto che rispetto la decisione dell’allenatore ma non la condivido, andiamo avanti. Ho parlato con la squadra, gli ho detto di compattarsi, che la serie A per noi è importante, fondamentale, ma lo è anche per loro stessi. Mi hanno dato la massima disponibilità. Non se lo aspettava nessuno, né il direttore, nè la squadra, nè io. Il mister ha voluto prendere questa decisione, che accettiamo, ognuno è padrone delle proprie azioni, e si va avanti. A me è stato comunicato da parte del mister che io tra il primo e il secondo tempo sono entrato negli spogliatoi e ho spronato la squadra. Con questo mio intervento sulla squadra lui ha ritenuto di essere stato delegittimato. Non è nel mio stile, non sono mai intervenuto sotto l’aspetto tecnico, ho ritenuto, come presidente, che ha il diritto e il dovere di intervenire quando vede che le cose non vanno, ma lui l’ha ritenuta una cosa non garbata. L’ho rincontrato oggi mi ha ribadito le stesse motivazioni, se ce ne sono altre le dirà lui, ma io quest’anno appaio poco, sto dietro le quinte, vengo allo stadio, faccio poche trasferte, perché ci sono persone delegate a darmi informazioni sulla squadra. Non c’è stata nessuna ingerenza tecnica? Da parte mia solo uno sprone per la squadra, ne sono testimoni i giocatori. Ho detto poche parole, ‘tirate fuori gli attributi perché stiamo perdendo con una squadra che ha fatto un tiro in porta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy