Frosinone, Stirpe: “Non esonerare Longo una scelta azzeccata”

Frosinone, Stirpe: “Non esonerare Longo una scelta azzeccata”

Il patron del club ciociario presenta la sfida di domani contro la Fiorentina

di Redazione ITASportPress

Domani sera anticipo di Serie A fra il Frosinone e la Fiorentina. Il presidente del club ciociaro, Maurizio Stirpe, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di “Garrisca al Vento!”, trasmissione realizzata e curata dalla redazione di FirenzeViola.it che va in onda ogni giovedì su RMC Sport: “Domani dovremo disputare una partita gagliarda per poter sperare di portare a casa un risultato positivo. Incontreremo una squadra forte che in questo momento è in fiducia, visto che con la Roma ha fatto un’ottima gara. Dovremo fare appello a tutte le nostre risorse per mettere in campo una prestazione positiva”.

LONGO – “Conosco la sua filosofia, quando ha dei problemi prova ad applicare la sua ricetta per risolverli. Io ho ritenuto che non fosse lui il principale responsabile del nostro periodo negativo, e in questo momento i fatti hanno dato ragione alla mia scelta. Ma c’è ancora tanta strada da fare e penso che il Frosinone possa fare ancora meglio”.

CAMPBELL – “L’idea è nata perché il giocatore voleva muoversi da Londra: aveva offerte da Messico e Russia, poi gli abbiamo prospettato la possibilità di venire in Italia, fattore che ha giocato a nostro favore. In questo momento sta cercando di colmare il gap di conoscenza del nostro campionato, spero che presto possa offrirci le prestazioni che ci aspettiamo da lui”.

FIORENTINA – “Mi aspetto di confermare i segnali di crescita che siamo stati capaci di fornire con le ultime tre partite portando a casa un risultato positivo. Ma prima del risultato mi interessa fare una prestazione all’altezza della Serie A. Chiesa? Per me è un grande talento del calcio italiano, figlio di un giocatore che ha contribuito a fare la storia del nostro calcio. Spero che non si perda e che continui a far bene con le indiscusse qualità che ha mostrato. Altri giovani? Mi incuriosisce molto Lafont, che nonostante la giovane età ha dimostrato di saper essere determinante”.

GRAVINA PRESIDENTE FIGC – “Penso che potessimo arrivare alle stesse soluzioni già un anno fa. Gravina è atteso da compiti difficili ma anche stimolanti. Riguardo al problema della ripartizione delle risorse dei diritti televisivi, spero che sia capace di dare una risposta”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy